Come aprire un’accademia di trucco: la storia di Pop Make Up Academy

Prodotti menzionati
L'unione di estro e spirito imprenditoriale

Pop Make Up Academy è un’accademia di trucco professionale fondata a Roma da Andreea Lavinia Pop, makeup artist globetrotter con una forte esperienza a livello internazionale. Dopo essersi formata nella scuola statunitense di Margaret Kimura, con la quale ha collaborato per il cinema Hollywoodiano, Andreea ha deciso di integrare la sua professionalità con il suo spiccato senso imprenditoriale per dare vita a Pop Make Up Academy, una realtà che ha puntato a farsi conoscere nel settore per la qualità degli insegnanti e il suo forte respiro internazionale.

Pop Make Up Academy: la fondatrice Andreea PopAbbiamo chiesto ad Andreea di raccontarci la storia della sua impresa, di dirci quali sono stati i suoi punti di partenza e di svolta e quali le difficoltà riscontrate per la diffusione del Covid-19 e le conseguenti misure restrittive. Con l’occasione, Andreea ha fornito anche qualche consiglio a chi sogna di aprire un’accademia di trucco professionale.   

Di che cosa si occupa Pop Make Up Academy e qual è la sua storia?

Siamo un’Accademia di Trucco Professionale e ormai da 10 anni formiamo i futuri makeup artist. Ci occupiamo anche di trucchi da cerimonia e da poco abbiamo aperto anche un negozio specializzato in prodotti makeup per professionisti. 

Cosa serve per aprire un’accademia di trucco?

Serve avere insegnanti bravi che siano in grado di trasmettere questo mestiere alle allieve, future makeup artist. Ovviamente occorre avere anche una preparazione in business e marketing perché bisogna riuscire a combinare l’arte con il lato imprenditoriale. 

Gli strumenti digital come il sito web, hanno aiutato la tua attività a crescere e a farsi conoscere?

Senza gli strumenti digitali non potremmo farci conoscere. Ormai tutti cercano le accademie online, si informano bene e solo in un secondo momento vanno a visitarle e decidono dove frequentare il corso. Poiché la prima impressione conta, sia il sito web che i profili social sono molto importanti. 

Pop Make Up Academy: sessione di truccoLa diffusione del Coronavirus ha avuto degli impatti sulla tua attività? Se sì, in che modo e come hai superato eventuali difficoltà?

Si, purtroppo ha avuto un forte impatto: ci siamo trovati in una situazione in cui ci sono meno persone con la disponibilità economica per intraprendere questo mestiere e c’è più paura per il futuro. 

Siamo andati avanti finche ci è stato permesso di rimanere aperti. Abbiamo ‘intrattenuto’ le nostre allieve anche online ma quelle non le consideriamo delle vere lezioni. In questo campo, infatti, serve la manualità e un insegnante che ti corregge subito e vede come lavori. Tramite video, invece, è tutto un pò impreciso. 

Quale pensi sia stato un punto di partenza per la tua attività? 

Voler portare in Italia un modo più fresco di fare makeup e i migliori makeup artist internazionali. Siamo stati i primi a far venire in Italia Alex Box e Roshar, due dei migliori professionisti del makeup a livello globale. In più abbiamo portato per la prima volta a Roma Olga Tomina, Einat Dan e Sergey Milk.

Quale è stato un punto di svolta per Pop Make Up Academy?

Far venire nel nostro Paese degli artisti internazionali e organizzare delle masterclass con loro ha sicuramente consolidato la nostra credibilità nel settore. 

Pop Make Up Academy: gli strumenti del mestiereQual è stato un punto di arrivo per la tua attività, se lo hai raggiunto?

Non si arriva mai alla fine, si cerca sempre di migliorare. Abbiamo due nuovi progetti a cui stiamo lavorando perché non ci fermiamo mai e perché vogliamo adattarci al mondo che cambia. 

Raccontaci un errore da evitare quando si apre un un’accademia di trucco, sulla base della tua esperienza e di quello che non ha funzionato per Pop Make Up Academy

L’errore è quello di non investire abbastanza in insegnanti di livello, perché sono loro che portano il nome dell’accademia in alto. All’inizio è stato così, ma ci siamo evoluti in fretta puntando sempre ad avere nella nostra accademia i migliori makeup artist internazionali.

Dai lettori un consiglio per aumentare la visibilità online sulla base di ciò che ha funzionato per la tua attività

Curate nei minimi dettagli la pagina Facebook, il profilo Instagram e il sito web della vostra attività. Deve essere tutto coordinato e con un tocco unico che vi caratterizzi e vi faccia riconoscere. Se non siete in grado di gestire questi canali di comunicazione da soli (ci vogliono tante nozioni e tanto tempo) affidatevi a un professionista, ma prima controllate i suoi lavori per capire se ha già esperienza nel settore. 

Perché hai scelto GoDaddy?

Perché è un’azienda seria, con anni di esperienza, e perché ha un ottimo servizio clienti, fattore che reputo molto importante quando si acquistano servizi interamente online.

Chiara è una Web Content Specialist laureata in comunicazione digitale. Da 7 anni lavora nel mondo digital come content strategist e copywriter. Le piace scrivere, ha una passione per il dinamico mondo della comunicazione online, il rock e la pizza.