Come aprire un blog di ricette: il punto di partenza di Al.ta Cucina

Prodotti menzionati
La ricetta per avere successo in un settore affollato

Il panorama dei siti web e blog dedicati alle ricette e alla cucina è molto affollato, soprattutto in Italia, dove l’arte culinaria ha una grande importanza e l’amore per il buon cibo è un elemento caratteristico della cultura. 

Nell’affollatissimo settore del food online, però, c’è anche chi, con un po’ di ingegno, costanza e creatività, è riuscito ad emergere e a farsi conoscere da un grandissimo pubblico di persone. Stiamo parlando di Al.ta Cucina, portale di ricette fondato da Simone Mascagni e Alessandro Tartaglia. I due giovani hanno lanciato la loro start up solo pochi anni fa, ma grazie a contenuti di qualità e un sapiente utilizzo degli strumenti digital sono riusciti a creare una community che ad oggi conta più di 5 milioni di persone

Abbiamo parlato con Simone e gli abbiamo chiesto di raccontarci com’è nata l’idea di creare questo business e quali sono stati gli strumenti digitali e le strategie utilizzate per portarlo al successo. Con l’occasione, ha dato anche qualche consiglio a chi sogna di aprire un blog di ricette.
Ecco cosa ci ha raccontato.

Aprire un blog di ricette: i founder di Al.ta Cucina
Alessandro Tartaglia e Simone Mascagni con il primo libro di ricette di Al.ta Cucina

Di che cosa si occupa Al.ta Cucina?

Siamo una mediatech food company con una community di oltre 5 milioni di persone e con la vision di creare la più grande community di appassionati di cucina italiana. Abbiamo un canale di cucina online, con presenza in tutti i principali canali social, e un nostro social network verticale per foodies, altacucina.co. Sui social otteniamo oltre 30 milioni di visualizzazioni video in organico (senza spendere in pubblicità) ogni mese e dal lancio ne abbiamo ottenute oltre il miliardo.
Il modello di business, ad oggi, è prettamente quello della pubblicità, del branded content nello specifico. 

Per quanto riguarda il team, ad oggi siamo in 12 tra dipendenti e collaboratori esterni ma nel 2021 puntiamo ad integrare minimo altre 5 persone.

Qual è stato il punto di partenza di Al.ta Cucina?

In realtà l’idea è nata quasi per caso: Alessandro, il mio socio, voleva rilanciare l’immagine dei propri supermercati di famiglia online (Alta Supermercati). Eravamo (e siamo ancora) migliori amici e un giorno mi ha chiamato per parlarmi di quest’idea di creare una rubrica di ricette sui social. Da lì abbiamo iniziato a fare brainstorming e una settimana dopo avevamo la prima videoricetta online sulla pagina Al.ta Cucina, nella quale, tra l’altro, la cuoca era la mamma.

Cosa serve per aprire un blog di ricette come il vostro?

Aprire un blog di ricette: negli studi di Al.ta CucinaDiciamo che il nostro non è proprio un blog, anzi, la nostra piattaforma altaucina.co vuole diventare un social a tutto tondo per appassionati di cucina: vuole democratizzare l’idea di cucina, per permettere a tutti di poter condividere tradizioni, trucchi e il proprio sapere culinario.

Dunque, per rispondere alla domanda, basta andare su altacucina.co, registrarsi ed iniziare a caricare le proprie ricette. Per il resto basta avere tanta passione, capire come fotografare al meglio un piatto e cucinare, cucinare e cucinare.

Quali sono state le più grandi sfide aziendali che avete affrontato e che state risolvendo?

Difficile rispondere in poche righe: creare una startup senza avere grandi esperienze alle spalle ti obbliga a dover imparare facendo. Ogni giorno ci sono nuove sfide, alcune le vinci, tante altre no. È come stare su delle enormi montagne russe, l’importante è non scendere mai.

Pensate che gli strumenti digitali offerti da GoDaddy siano importanti per mantenere vivo il business in momenti difficili come questo?

Abbiamo registrato il dominio con GoDaddy, e senza dominio non saremmo nemmeno esistiti :)

Qual è il punto di arrivo ideale della vostra impresa?

Il nostro obiettivo è quello di diventare un brand globale simbolo della cucina italiana, portato avanti insieme ad una grandissima community di foodies.

Aprire un blog di ricette: ricetta di Al.ta CucinaIn che modo date visibilità alla vostra impresa online?

Lo facciamo principalmente attraverso la creazione di contenuti e l’interazione con la nostra community; più formalmente attraverso LinkedIn e pubbliche relazioni B2B.

Avere un sito web vi ha aiutato a trovare nuovi clienti?

Sicuramente. Ci ha aiutato a diventare più “appetibili” ai nostri clienti, offrendo loro la possibilità di creare profili brandizzati all’interno di altacucina.co. Presto integreremo una sezione per far scoprire, in modo più semplice, come collaboriamo con i nostri brand partner (cosa che avremmo dovuto fare tempo fa).

Date ai lettori un consiglio per aumentare la visibilità online sulla base di ciò che ha funzionato per voi.

Il consiglio principale è uno: individuate una nicchia per creare una potenziale community, create contenuti semplici, originali e di qualità che possano essere condivisi da quella nicchia di persone (anche se piccola), studiate per capire quali piattaforme possono aiutarvi a far girare di più in organico quei contenuti e, una volta trovata la formula giusta, continuate in maniera persistente a creare contenuti di qualità e a migliorarli di volta in volta. Non scordatevi mai che tutto quello che fate è per la vostra community.

Chiara C.
Chiara è una Web Content Specialist laureata in comunicazione digitale. Da 7 anni lavora nel mondo digital come content strategist e copywriter. Le piace scrivere, ha una passione per il dinamico mondo della comunicazione online, il rock e la pizza.