Backlink: cosa sono e come ottenerli

Ottieni backlink in modo virtuoso

Perché hai bisogno di imparare ad ottenere backlink che puntano al tuo sito web? Beh, tutti vogliono posizionarsi più in alto nei risultati di ricerca di Google, ma pochi sanno come far sì che ciò accada. Molti proprietari di siti web di piccole imprese, in particolare, si sentono perduti mentre cercano di farsi notare e competere con brand che hanno un budget da milioni di dollari per il marketing online.

Ci sono buone notizie. Non hai bisogno di un enorme budget di marketing per migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca.

Non hai bisogno di trucchi strani o di una conoscenza approfondita di come funziona internet (anche se questo aiuta). Una conoscenza di base dell’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO), incluso come ottenere backlink, ti porterà verso il miglioramento della posizione del tuo sito web sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP).

Backlink: cosa sono?

Come il nome evoca, un backlink è semplicemente un collegamento ipertestuale su un altro sito web che rimanda al tuo sito. Un backlink è come un’approvazione agli occhi di Google e degli altri motori di ricerca.

Cattive tattiche per ottenere backlink

Come ottenere backlink: i metodi sbagliati

Prima di poter iniziare attivamente a ottenere backlink, è importante capire perché devi costruirli in modo etico.

Nell’aprile del 2012, Google ha annunciato un aggiornamento dell’algoritmo di ricerca, chiamato Penguin. Penguin ha penalizzato i siti web che stavano essenzialmente costruendo i propri backlink al solo scopo di manipolare i risultati di ricerca.

Il modo principale per ottenere un forte aumento dei backlink era quello di acquistare e pagare altri siti web per quei link. Grazie all’aggiornamento Penguin, se vi impegnate nell’acquisto di link e venite sorpresi, Google può penalizzarvi rimuovendo completamente il vostro sito dai risultati della ricerca.

Dall’aggiornamento iniziale nel 2012 ci sono state molte altre aggiunte all’algoritmo di Penguin per tenere conto del cattivo sviluppo dei link entranti.

Il seguente elenco di tattiche è tratto direttamente da Google ed è estremamente chiaro su ciò che non può essere fatto:

  • Comprare o vendere link per aumentare il PageRank. (Questo include anche l’invio di un prodotto “gratuito” a qualcuno in cambio di un link.)
  • Scambi eccessivi di link (“Dai un link a me e io do un link a te”) o creazione di pagine partner esclusivamente per il collegamento incrociato tra più siti.
  • Campagne di marketing di articoli o di pubblicazione degli ospiti su larga scala con link di anchor text pieni di parole chiave.
  • Utilizzare programmi o servizi automatizzati per creare link al tuo sito.
  • Pubblicità in formato testo per aumentare la classificazione PageRank
  • Inserzioni o pubblicità nativa che prevedono la ricezione di un pagamento per gli articoli che includono link per trasferire il PageRank.
  • Link con anchor text ottimizzato in articoli o comunicati stampa distribuiti su altri siti.
  • Link di siti di directory o segnalibri di bassa qualità
  • Link ricchi di parole chiave, nascosti o di bassa qualità incorporati in widget che sono distribuiti su vari siti.
  • Link ampiamente distribuiti nei piè di pagina o nei modelli di vari siti.
  • Commenti nei forum con link ottimizzati nel post o nella firma.

Vedi le somiglianze tra tutte le violazioni? Tutte queste tattiche sono destinate esclusivamente a costruire backlink SEO. Il contenuto non viene preso in considerazione e nemmeno l’utente. La creazione attiva di backlink in questo modo può e deve penalizzare il tuo sito web.

Come ottenere backlink, allora?

Uno dei modi più sicuri per ottenere backlink è quello di affermare te stesso o la tua azienda come leader di pensiero (o influencer) nel tuo settore.

Le persone là fuori sono alla ricerca dei tuoi prodotti o servizi, che tu sia un neurochirurgo o un fiorista. Potete posizionare voi stessi o il vostro marchio come la migliore opzione possibile per soddisfare le loro esigenze. E tutto questo inizia con l’aprire un blog.

5 passi per ottenere backlink al tuo sito web

Ecco un semplice processo in cinque fasi che puoi integrare nella tua strategia di marketing per migliorare il tuo posizionamento, il traffico e il numero di backlink:

  1. Analizza – Scopri quali sono i termini che le persone stanno cercando nel tuo settore.
  2. Crea – Crea contenuti accattivanti e di alta qualità che si rivolgono a quei termini di ricerca (parole chiave).
  3. Pubblica – Pubblica contenuti incentrati sulle parole chiave sul tuo sito web e ottimizza la pagina in base al termine scelto.
  4. Promuovi – Fai sapere al mondo che hai pubblicato il contenuto.
  5. Monitora – Traccia e analizza la tua attività, il traffico organico e il profilo backlink.

Esamineremo ognuno di questi più dettagliatamente in modo che tu possa applicarli al tuo processo di SEO.

1. Analizza -Scopri cosa stanno cercando le persone

Il primo passo per imparare come ottenere backlink è quello di trovare un elenco di parole chiave che riflettono ciò che le persone stanno cercando per raggiungere il tuo sito web o i competitor del tuo settore.

Ad esempio, se gestisci un’officina di riparazione auto, i clienti potrebbero raggiungere il tuo sito attraverso termini come “cambio olio vicino a me,” o “meccanico a [nome della città]”.

La buona notizia è che non è necessario indovinare quali sono queste keyword. Con gli strumenti giusti per la ricerca di parole chiave, è possibile curare un elenco di parole e frasi che sono utili ai clienti per trovarti e preziose per il tuo brand nel suo complesso.

Inizia con la ricerca sul sito

Se il tuo sito web ha una funzione “barra di ricerca”, allora i tuoi clienti ti dicono già di quali informazioni hanno bisogno. Google Analytics è in grado di acquisire questi termini di ricerca e di elencarli per poterli rivedere.

Un terzo dei visitatori del tuo sito condurrà una ricerca, in modo modo puoi creare rapidamente un elenco di termini rilevanti.

Analizza i tuoi concorrenti

Se vuoi assumere una posizione competitiva nel tuo settore SEO, analizza le parole chiave dei tuoi concorrenti.

Prova lo strumento Keyword Planner di Google

Se usi Google Ads, cerca nel keyword planner per raccogliere possibili idee e sinonimi. Con lo strumento di pianificazione delle parole chiave, puoi digitare un’idea e poi Google ti consiglierà altri termini e parole chiave, mostrandoti la popolarità della ricerca di ciascuno di essi. È possibile acquisire nuove idee e determinare quali strumenti sarebbero più efficaci.

Correlato: Piano editoriale – Il contenuto, la parola chiave e la connessione SEO

2. Crea – Produci contenuti mirati su quei termini di ricerca

Backlink: come ottenerli nel modo giusto

Una volta che hai la tua lista di parole chiave, è il momento di assegnare un contenuto ad ogni termine. 

È possibile creare infografiche, video, eBook, whitepaper e blog post – per citarne alcuni. Come proprietario di una piccola impresa, è necessario valutare il tempo e il costo di produzione.

Un’infografica può creare un forte impatto, ma può anche essere costosa e richiedere molto tempo per realizzarla. Il modo più veloce per produrre contenuti in modo economico è il blogging.

Ad esempio, se vuoi ottenere backlink e posizionarti in alto per la parola chiave “matrimonio all’aperto”, alcune idee potenziali potrebbero essere:

  • Cosa cercare in una location per un matrimonio all’aperto.
  • Migliori idee per un matrimonio all’aperto.
  • Consigli da wedding planner per un matrimonio all’aperto.

Come potete vedere, ogni idea è unica, ma tutte le idee del blog post si legano alla parola chiave di destinazione.

3. Pubblica – Pubblica il contenuto SEO-friendly sul tuo sito web

Uno dei più grandi errori che potresti commettere nel cercare di ottenere backlink è quello di creare più contenuti intorno ad una parola chiave.

Per esempio, la parola chiave “matrimonio all’aperto” ha generato tre idee, ma dovresti usarne solo una per ogni post del blog.

Se continui a creare contenuti intorno alla stessa parola chiave, finirai per competere con te stesso e il tuo contenuto sarà meno efficace.

Invece, prendi una parola chiave e cerca quattro o cinque termini simili che puoi usare. 

Sviluppa contenuti fondamentali

Se vuoi davvero classificare una parola chiave in particolare, considera la possibilità di sviluppare contenuti importanti. 

Molti marchi investiranno in contenuti di alta qualità, come un eBook o un whitepaper, per mirare ad una parola chiave specifica. Questo è il contenuto importante. Poi, creeranno una manciata di blog post di supporto che linkano al pezzo principale e indirizzano i lettori alle informazioni di valore.

4. Promuovi – Fai sapere al mondo che stai creando contenuti di valore

Oltre a fare il maggior numero possibile di passi per posizionare bene i tuoi contenuti, puoi anche portare le persone a leggere e condividere i tuoi post del blog.

I social media non sono un fattore diretto di ranking SEO. Se lo fossero, i brand potrebbero semplicemente comprare il loro posizionamento in alto semplicemente promuovendo i loro contenuti su diverse piattaforme social.

Detto questo, promuovere i tuoi contenuti sui social media può generare traffico verso il tuo sito web e indurre gli altri a collegarsi ai tuoi contenuti, il che influenza la SEO.

Più persone si raggiungono sui social media, più persone sono in grado di collegarsi ad esso. Questo costruisce i tuoi backlink.

Più persone raggiungerai sui social media, più persone potrebbero linkare il tuo contenuto. Questo ti permette di costruire backlink.
 

5. Monitora – Traccia e analizza la tua attività e i risultati del SEO

Quando inizi a pubblicare regolarmente contenuti e a condividerli sui social media, imposta un processo per tenere traccia dei backlink e di altri dati fondamentali.

Google Analytics è gratuito per gli utenti del sito web e ci sono tutorial facili che puoi seguire per conoscere lo strumento.

Per tracciare i backlink del tuo sito web, ti suggerisco di utilizzare Majestic, OpenSiteExplorer o Ahrefs. Sarai in grado di ottenere alcuni dati gratuitamente, ma vale la pena pagare per questi servizi se il tuo obiettivo è quello di ottenere backlink al tuo sito web.

La maggior parte dei brand non vede i risultati che desidera per almeno 12 mesi. Anche se ti posizioni bene, non devi fermarti. Lasciare che il tuo contenuto diventi stantio è un ottimo modo per scendere nella classifica. Non vuoi che tutto il tuo duro lavoro sia stato fatto invano. 

Creare il miglior contenuto possibile non sarà mai punito da motori di ricerca come Google. I motori di ricerca ti apprezzeranno, il tuo pubblico si impegnerà con te, e il tuo business crescerà.

Questo articolo include contenuti originariamente pubblicati sul blog GoDaddy di Garth O’Brien.