Colline Emiliane: un ristorante storico fra tradizione e strumenti digital

Prodotti menzionati
Cucina artigianale e regionale dal 1931

Sapori autentici, materie prime di qualità, ricette della tradizione e gesti esperti tramandati di generazione in generazione: sono questi i principali elementi del successo di Colline Emiliane, storico ristorante di cucina emiliana situato nel centro di Roma, a due passi da Piazza Barberini e dalla Fontana di Trevi. Ad ormai 90 anni dalla sua inaugurazione, Colline Emiliane ha affrontato il difficile periodo del lockdown reinventandosi per continuare a portare le proprie specialità sulle tavole dei clienti affezionati e rimanere un punto di riferimento nel panorama culinario della città.

Luca Scortichini, proprietario di Colline Emiliane
Luca Scortichini, proprietario di Colline Emiliane

Abbiamo incontrato Luca Scortichini, attuale proprietario, che ci ha raccontato la storia di questo ristorante, cosa lo ha portato a diventare quello che è oggi e in che modo gli strumenti digitali lo hanno aiutato ad avere successo. Luca ha dato anche qualche consiglio a chi gestisce un ristorante e vuole utilizzare il web per dargli visibilità.

Di che cosa si occupa Colline Emiliane e qual è la sua storia?

Colline Emiliane è un ristorante situato nel centro storico di Roma, (per la precisione ci troviamo in via degli Avignonesi, tra via del Tritone e piazza Barberini) che dal 1931 propone una cucina artigianale e regionale. Fondato da due bolognesi, Colline Emiliane è stato rilevato nel 1967 dalla famiglia Latini, che ancora oggi, con la terza generazione, continua a proporre una cucina autentica fatta di antiche ricette e tradizioni, come per esempio quella di tirare la pasta al mattarello ogni mattina.

Cosa serve, sia a livello pratico che “personale”, per aprire un ristorante di successo?

Sicuramente serve tanta passione, uno staff valido e preparato, una cucina con un’idea precisa e una qualità delle materie prime costante nel tempo. Tutti questi “ingredienti” sono delle buone basi per arrivare al successo.

Colline Emiliane: pasta stesa a manoGli strumenti digital come il sito web, hanno aiutato la vostra attività a crescere e a farsi conoscere?

Sì, assolutamente. Siamo un ristorante collocato nel centro storico di Roma e, prima della pandemia, accoglievamo tanti turisti che ci trovavano grazie al nostro sito web o alle recensioni scritte dai nostri clienti sulle principali piattaforme.

La diffusione del Coronavirus ha avuto degli impatti sulla vostra attività? In che modo e come avete superato eventuali difficoltà?

L’impatto del virus è stato fortissimo. Siamo rimasti chiusi per tanto tempo e abbiamo dovuto adeguarci trasformando completamente il nostro modo di lavorare. Ci siamo rimboccati le maniche e con qualche sacrificio in più abbiamo deciso di iniziare a vendere la nostra pasta fresca fatta a mano da Anna, Paola e Marina nel nostro laboratorio artigianale (situato nel ristorante). Questa piccola attività parallela ci ha aiutato, soprattutto nel periodo natalizio, momento in cui la richiesta di tortellini è cresciuta notevolmente.

La strada per diventare un ristorante di successo può essere lunga. Da cosa è partito tutto e cosa vi ha ispirato? Cos’è che vi ha fatto decidere di mettervi in gioco e di intraprendere questo percorso?

Colline Emiliane: ravioli a manoPer noi è stato un crescendo naturale. Seguiamo le orme dei nostri nonni che ci hanno tramandato la loro passione per questo locale, ormai ricco di storia.

Qual è stata un’esperienza del percorso imprenditoriale che ricordate con soddisfazione?

Sicuramente il lavoro fatto per il progetto del laboratorio artigianale. Siamo fieri di mostrare, tramite una finestra sulla strada, il nostro lavoro. È una grande soddisfazione notare gli sguardi incantati dei passanti, catturati dal mattarello che danza tra farina e uova.

C’è stato un momento di svolta per la vostra attività? Qualcosa che vi ha dato quello “slancio in più” per superare eventuali difficoltà?

Purtroppo quello che stiamo affrontando è il periodo più difficile mai affrontato dalla nostra famiglia di ristoratori. Lo “slancio in più” sono i nostri clienti, che ci dimostrano ogni giorno il loro affetto e la loro fiducia nonostante le condizioni sfavorevoli. 

Avete un sogno per la vostra attività, uno o più obiettivi che vorreste raggiungere? 

Il nostro sogno è quello di tramandare alle future generazioni la nostra passione, in modo da coinvolgerle e far sì che portino avanti la tradizione e la buona cucina.

Colline Emiliane: entrataL’esperienza è una grande maestra. Raccontateci un errore da evitare quando si apre un ristorante come il vostro, sulla base di ciò che avete imparato e di quello che non ha funzionato per voi.

Quando si apre e si gestisce un ristorante non si può improvvisare. Il successo in questo settore viene tanto dall’abilità in cucina quanto da un’attitudine imprenditoriale corretta.
Date ai lettori un consiglio per aumentare la visibilità online sulla base di ciò che ha funzionato per voi.
Il più grande consiglio che possiamo dare è quello di imparare a conoscersi e, successivamente, a definirsi. Chi sono? Dove voglio arrivare? Che cosa voglio trasmettere? Una volta capito, e non prima, si può iniziare a costruire la presenza online partendo da queste basi.

Perché avete scelto di utilizzare gli strumenti di GoDaddy?

Abbiamo scelto GoDaddy perché ci tiene al rapporto con il cliente, per noi fondamentale. Con questa iniziativa di intervistare le attività ce lo ha dimostrato ancora una volta.

Chiara C.
Chiara è una Web Content Specialist laureata in comunicazione digitale. Da 7 anni lavora nel mondo digital come content strategist e copywriter. Le piace scrivere, ha una passione per il dinamico mondo della comunicazione online, il rock e la pizza.