Come aprire un barber shop: la storia di Oir Barber Shop

Prodotti menzionati
Una nuova visione per un mestiere antico

Quello del barbiere è un mestiere dalle origini antiche e che ha continuato a sopravvivere e ad essere tramandato nei secoli. Oggi, grazie ai trend in voga nel mondo della moda e dello stile, i barber shop sono tornati a popolare le strade delle città. Tra questi troviamo Oir Barber Shop, una catena fondata pochi anni fa da due giovani, Franco Dubini e Andrea Discanni, a cui si è aggiunto in un secondo momento un terzo socio, Alessandro Tamborini

Partendo da un primo negozio a Milano e puntando sull’eccellenza del servizio, sulla cura per i dettagli e su un’offerta che sfrutta il digitale per essere più vicina ai clienti e assecondarne le richieste, l’impresa Oir Barber Shop è cresciuta sempre di più arrivando a contare un secondo negozio a Milano e altre tre sedi in Italia.

Franco Dubini di Oir Barber Shop
Franco Dubini di Oir Barber Shop

Franco Dubini, uno dei titolari, ci ha raccontato com’è nata l’idea alla base di questo business, quali sono i punti di forza di questa attività, e in che modo gli strumenti digitali di GoDaddy e Microsoft 365 hanno aiutato la sua azienda. Con l’occasione, Franco ha dato anche qualche consiglio a chi sogna di aprire un barber shop.

Descrivici brevemente la vostra impresa.

5 negozi di cui due a Milano (Moscova e De Angeli) e gli altri a Sassari, Piacenza e Cagliari. Tra tutti questi negozi abbiamo quasi 30 dipendenti. In tutti gli Oir Barber Shop barba e capelli sono all’ordine del giorno, ma per avere una qualità eccellente la selezione del personale richiede molto tempo, anche perché cerchiamo persone che sappiano fare i trattamenti in modo impeccabile, ma che si allineino anche con i nostri valori. Ormai, però, iniziamo ad avere un database importante di professionisti.
I prodotti venduti sono pochi e di nicchia, da veri intenditori. Altri punti di forza sono il customer care, le public relations, la digitalizzazione, l’organizzazione, la strutturazione e la cura del dettaglio, per citarne alcuni. Tutto questo fa sì che un’azione ordinaria come tagliarsi i capelli o modellarsi la barba diventi straordinaria.

Qual è stato il punto di partenza di Oir Barber Shop?

Oir Barber Shop nasce dall’idea di coniare un nuovo concept ancora non presente sul mercato. Un progetto con i nostri valori, digitalizzando il settore delle barberie e rendendolo aziendale e strutturato. Ho inventato un mio metodo principalmente analitico che permette di sapere ogni minimo dettaglio, sia su micro che su macroscala, pur non essendo in negozio, e che può essere applicato in qualsiasi settore. Si tratta di un metodo in continuo miglioramento.

Cosa serve per aprire un barber shop come il vostro?

Come aprire un barber Shop: interno di Ori Barber Shop a MilanoIn questo momento sono tutti di proprietà ma sicuramente servirebbe tanta passione. L’apertura del primo negozio di questa catena è stata quella più impegnativa in quanto non solo è stato raddrizzato il tiro per ottimizzare risorse, procedure, costi, entrate ecc. ma sono state messe anche le basi per l’espansione. Dal secondo in poi è sempre stato più semplice. Questo anche grazie all’economia di scala e all’impostazione data.
Potrebbe sembrare paradossale ma più ne apro, più tempo ho a disposizione, e tutto ciò è dovuto anche al mio metodo che è in continuo miglioramento.

Quali sono state le più grandi sfide aziendali che avete affrontato e che state risolvendo?

Sicuramente quella di far entrare in un’ottica strutturata e aziendale un settore artigianale.

Perché avete scelto di utilizzare Microsoft 365 e in che modo vi aiuta a gestire e svolgere il vostro lavoro? Quali sono stati i suoi benefici?

È un ottimo programma da utilizzare e, digitalizzando il più possibile l’azienda, avere dei tool affidabili ed efficaci come Microsoft 365 diventa fondamentale. 

Come avete sfruttato la piattaforma Microsoft 365 per far fronte al lockdown e all’emergenza sanitaria?

La piattaforma Microsoft 365, insieme ad altri strumenti, ha fatto sì che mantenessimo alta la produttività, ad esempio grazie alla possibilità di creare e condividere facilmente file di lavoro con i team dei nostri negozi dislocati in diverse città d’Italia.

Aprire un barber shop: al lavoro in Oir Barber ShopAvete usato strumenti di collaboration come la videoconferenza, la condivisione di file in cloud e lavoro in simultanea sullo stesso file durante il lockdown? Se sì, quali, come e che benefici hanno apportato?

Sì, tutti questi ma principalmente abbiamo usato videoconferenze che ci hanno reso vicini anche se lontani.

Pensi che gli strumenti digitali offerti da GoDaddy siano importanti per mantenere vivo il business in momenti difficili come questo?

Ritengo che gli strumenti digitali siano importanti in qualsiasi fase del business. Ad esempio, nella fase di avvio della nostra attività abbiamo registrato il dominio oirbarbershop.com con GoDaddy e abbiamo creato una email professionale; tutto ciò ci ha permesso di rafforzare ancor di più le basi per una presenza online “brandizzata”.

Qual è il punto di arrivo ideale della vostra impresa? Quali sono gli obiettivi per il futuro?

L’azienda è in continua evoluzione e un punto di arrivo vero e proprio non c’è. Sicuramente vogliamo dare un valore aggiunto e rendere felici tutti coloro che fanno parte nella filiera, dai clienti ai dipendenti. Per fare questo, lavoriamo per ottimizzare costantemente le procedure e migliorare l’esperienza di tutti così da favorire lo sviluppo nonché l’eventuale espansione e la scalabilità del progetto.

In che modo date visibilità alla vostra impresa online?

Online siamo molto presenti. Usiamo principalmente Google (es. Adwords), la SEO e i social media.

Staff e cliente in Oir Barber ShopAvere un sito web vi ha aiutato a trovare nuovi clienti?

Certamente, senza un sito tante delle attività online non si potrebbero fare, come alcune di quelle appena citate, ad esempio. Inoltre, il nostro sito web è un ulteriore biglietto da visita dove facciamo vedere un po’ di noi e dove il cliente può anche prenotare il suo trattamento in completa autonomia.

Dai ai lettori un consiglio per aumentare la visibilità online sulla base di ciò che ha funzionato per voi.

Il fattore più importante per aumentare la visibilità organicamente è che il concept piaccia. Ci sono anche dei modi per incrementarla a pagamento ma è molto importante valutare il rapporto tra costi/benefici, soprattutto in base alla fase in cui l’azienda si trova in quel momento e al settore merceologico. Detto questo, tenersi informati e non sedersi sugli allori è fondamentale in un mondo che cambia in continuazione e in modo esponenziale.