Come aprire un B&B: costi, requisiti e cosa fare

Prodotti menzionati
Quanto costa e come fare

I bed and breakfast sono una forma di alloggio turistico molto apprezzata da tutti coloro che vogliono viaggiare a costi contenuti e preferiscono un’atmosfera familiare rispetto a quella fornita dai classici alberghi. Se cerchi un modo per ottenere nuove entrate, oppure se desideri avviare un’attività imprenditoriale vera e propria nel settore turistico, aprire un bed and breakfast può essere la soluzione che fa per te.

In questo articolo vedremo come aprire un B&B, quali sono i requisiti necessari, i costi da sostenere, e cosa fare per avviare la tua attività.

Come aprire un bed and breakfast: la guida

Cosa fare per aprire un B&B

  1. Le leggi da consultare
  2. Requisiti per aprire un B&B
  3. La procedura da seguire
  4. Quali sono i costi per aprire un B&B

Consigli per aprire un B&B di successo

  1. Cura gli alloggi
  2. Coccola i tuoi ospiti
  3. Promuovi il tuo B&B online

La differenza tra aprire un B&B familiare o come attività imprenditoriale

Come aprire un bed and breakfastUn B&B è una struttura ricettiva gestita da privati e a conduzione familiare, che offre un servizio di pernottamento e prima colazione.

Prima di passare agli step da seguire, dobbiamo fare una precisazione: ci sono delle differenze tra aprire un bed & breakfast come attività “familiare” e come attività imprenditoriale vera e propria.

Esistono infatti delle leggi, diverse da Regione a Regione, che regolano il numero minimo e massimo di camere e dei posti letto che possono essere messi a disposizione, oltre alla quantità massima di giorni di apertura del B&B gestiti come attività familiare o imprenditoriale.

Se vuoi aprire un B&B senza partita Iva, è necessario che l’attività non sia continuativa, quindi dovrai osservare dei periodi di chiusura. Se, invece, desideri gestire un B&B in modo professionale, quindi con continuità e con un ricambio costante degli ospiti, dovrai aprire una Partita IVA ed effettuare l’iscrizione alla Camera di Commercio. Per avviare un’attività affine a quella del Bed & Breakfast, ma senza limitazioni di tempo e con la possibilità di impiegare personale esterno, puoi aprire un affittacamere.

Fatta questa premessa, vediamo come aprire un B&B.

Cosa fare per aprire un B&B

1. Le leggi da consultare

Nel campo dei B&B, in Italia vale la regola “Regione che vai, legge che trovi”. Come abbiamo anticipato nel paragrafo precedente, infatti, ogni Regione (o addirittura ogni Provincia nel caso di Trento e Bolzano) ha una propria legge che stabilisce il numero massimo di camere, di posti letto, e di giorni di apertura. Variano molto anche le regole per quanto riguarda l’obbligo per il gestore di avere o meno la residenza o il domicilio nell’abitazione adibita come bed and breakfast o nelle sue vicinanze.

Se vuoi aprire un B&B, ti consigliamo quindi di consultare attentamente la legge della tua Regione:

2. Requisiti per aprire un B&B

Come aprire un bed & breakfast: requisitiAnche se ogni Regione stabilisce delle regole specifiche, possiamo dire che in linea generale i requisiti minimi sono i seguenti:

  • La grandezza minima della camera singola è di 8 mq mentre per una camera doppia è di 14 mq;
  • ogni camera dev’essere dotata degli arredi base specificati dalla legge Regionale;
  • gli impianti elettrici, a gas e di riscaldamento devono essere conformi alle norme di sicurezza;
  • devono essere rispettate le norme igieniche ed edilizie;
  • dev’essere fornita la prima colazione. Nel caso non si sia in possesso delle autorizzazioni igienico-sanitarie di legge, è possibile servire solo prodotti senza manipolazione (al massimo riscaldati). È comunque possibile acquistare e fornire prodotti manipolati da chi ha le autorizzazioni igienico-sanitarie adatte;
  • dev’essere garantita l’autonomia degli ospiti;
  • il bagno (che dev’essere privato o in comune ma ad uso esclusivo degli ospiti), deve avere water, bidet, lavabo, specchio, vasca da bagno o doccia, almeno una presa di corrente e il campanello di allarme.
  • occorre garantire la pulizia quotidiana dei bagni e dei locali in comune;
  • bisogna fornire biancheria pulita almeno due volte a settimana e ad ogni cambio dell’ospite.

La procedura per aprire il tuo bed and breakfast

Ti sei accertato di rispettare tutte le indicazioni della legge della tua Regione? Bene, la procedura per aprire un bed & breakfast (o un affittacamere) è piuttosto semplice:

  • Se vuoi aprire un B&B come attività imprenditoriale, apri la partita IVA ed effettua l’iscrizione al Registro delle imprese. Se, invece, vuoi gestire il tuo bed and breakfast come attività familiare saltuaria, questo passaggio non è necessario.
  • Presenta la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) allo sportello SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) del comune in cui si svolge l’attività. Allega i documenti richiesti dalla tua Regione: di solito sono la planimetria dell’immobile, il contratto di proprietà o di affitto e, in alcuni casi, la copia della polizza di assicurazione.
  • Avvia la pratica presso l’Ufficio del Turismo locale per la classificazione della struttura e per la comunicazione degli ospiti alle Autorità di pubblica sicurezza.

A questo punto potrai iniziare a svolgere la tua attività.

Quali sono i costi per aprire un B&B

I costi per aprire un bed and breakfast possono variare molto a seconda delle spese da affrontare. Può trattarsi di poche migliaia di euro o di decine di migliaia. Per farti un’idea del tuo caso specifico, devi considerare:

  • Gli eventuali lavori per rendere l’immobile adatto a svolgere l’attività;
  • i costi per l’acquisto della biancheria, dell’arredamento e delle stoviglie;
  • il costo della SCIA (i comuni possono applicare un prezzo che può variare da poche decine a 150 euro);
  • l’eventuale costo per l’Iscrizione alla Camera di Commercio;
  • le eventuali spese annuali legate all’apertura della Partita Iva.

Consigli per aprire un B&B di successo

Fino ad ora abbiamo parlato delle questioni più pratiche, ma cosa serve per avviare un bed and breakfast di successo e conquistare nuovi clienti? Vediamo alcuni consigli.

1. Cura gli alloggi

Scegli con attenzione l’arredamento delle stanze e degli ambienti comuni, mantienili in ordine ed effettua le pulizie con regolarità. Gli ospiti apprezzano molto gli ambienti accoglienti e puliti.

Aprire un B&B di successo: la colazione2. Coccola i tuoi ospiti

Offri una colazione varia e abbondante con prodotti sani e genuini. Sii sempre cortese e disponibile con i tuoi ospiti: rispondi alle loro domande, offrigli i tuoi consigli sui luoghi da visitare nei dintorni e sui ristorantini da non perdere. Fai in modo di “coccolarli” dal momento dell’arrivo fino a quello della partenza, senza essere troppo invadente!

3. Promuovi il tuo B&B online

Se vuoi far diventare il tuo bed and breakfast una vera e propria attività imprenditoriale, promuovilo online per farti conoscere.

Bene, abbiamo visto come aprire un B&B e quanto costa farlo, ora che conosci la teoria non ti rimane che dedicarti alla pratica!