Come aprire una sartoria: l’esperienza di Civico5

Prodotti menzionati
Un ritorno alla sartoria e all’artigianalità italiana

Civico5 è una piccola ma originale sartoria milanese nata dall’idea di due amiche accomunate dalla passione per la tradizione sartoriale italiana e dal desiderio di tornare a una moda più sostenibile. A Civico5 la creazione di capi su misura e senza tempo si integra con la proposta di corsi di ricamo e sartoria, riuscendo ad attirare sempre nuovi clienti. Abbiamo incontrato Iolanda Tarantino e Marta Dmytryshyn, le due imprenditrici che hanno dato vita a questa attività. Ci hanno raccontato come gli strumenti digitali siano stati fondamentali non solo per far conoscere il loro business, ma anche per mantenere il rapporto con i clienti durante la difficile fase del lockdown.

Marta Dmytryshyn e Iolanda Tarantino di Civico5
Marta Dmytryshyn e Iolanda Tarantino di Civico5

Di che cosa si occupa Civico5 e qual è la sua storia? 

Civico5 nasce davanti a un calice di vino, in una delle tante serate passate in casa quando ancora studiavamo in accademia. All’epoca ancora non sapevamo che forma avrebbe preso ma eravamo certe di voler creare qualcosa di nostro che ci rappresentasse. Dopo anni di riflessioni e mille idee, Civico5 oggi è una piccola sartoria nel cuore di Milano che si occupa di realizzare capi su misura e di dare forma alle idee dei nostri clienti.
Il nostro intento è quello di portare avanti una tradizione sartoriale che ha fatto la storia dell’abbigliamento Italiano, per questo facciamo anche corsi di sartoria e di ricamo per chi ha voglia di imparare queste arti e non lasciare che vadano perse. 

Cosa serve, sia a livello pratico che “personale”, per aprire una sartoria come la vostra? 

Per aprire una sartoria come la nostra a livello pratico bisogna avere le basi delle tecniche sartoriali; a livello personale bisogna, invece, avere tanta voglia di fare e mettersi in gioco, osare ogni giorno e dare il meglio di sé in tutto quello che si fa. 

Gli strumenti digital come il sito web, hanno aiutato la vostra sartoria a crescere e a farsi conoscere? 

Sia il sito web che i social network sono delle enormi vetrine che ci hanno permesso di crescere e farci conoscere da tante persone ben oltre Milano.
Il nostro sito web, oltre a raccontare la nostra storia e il nostro lavoro, ha anche un e-commerce che ci consente di vendere i nostri prodotti in tutta Italia e rende molto più veloce e rapida l’esperienza di vendita. Allo stesso tempo abbiamo una sezione Blog del sito dove scriviamo sia di tecniche sartoriali che di tendenze moda, e tramite la newsletter è possibile rimanere sempre aggiornati sui nuovi articoli pubblicati e su eventuali sconti presenti sul sito.

Collezione abiti Civico5 MilanoQuali impatti ha avuto la diffusione del Coronavirus sulla vostra attività e come avete superato eventuali difficoltà? 

Il Coronavirus ha purtroppo messo in ginocchio molte realtà a livello mondiale. Sicuramente le tante e continue chiusure non aiutano e spesso abbiamo pensato di non farcela. Ma abbiamo stretto i denti e abbiamo cercato di trovare la soluzione più adatta a noi, studiando molto e puntando tutto il nostro lavoro sulla crescita del sito e dei nostri profili social in modo da poter entrare direttamente nelle case dei nostri clienti. 

Il nostro tipo di attività, purtroppo, non ci ha consentito di aprire durante le zone rosse ma abbiamo continuato a lavorare nel nostro laboratorio creando nuovi capi per la nostra collezione e, grazie all’e-commerce, abbiamo acquisito nuovi clienti e realizzato i capi che ci sono stati ordinati.

La strada per diventare una sartoria di successo può essere lunga. Da cosa è partito tutto e cosa vi ha ispirato? Cos’è che vi ha fatto decidere di mettervi in gioco e di intraprendere questo percorso? 

Entrambe abbiamo sempre voluto aprire qualcosa di nostro e che soprattutto ci rappresentasse. Lavoravamo nel mondo della moda e in particolare del fast fashion, quindi eravamo abituate a vedere una realtà super veloce dove c’erano tantissime collezioni che si alternavano ad una velocità impressionate con un tasso di spreco altissimo. In una realtà che va alla velocità della luce noi abbiamo deciso di rallentare, di puntare sulle tradizioni che ci stavano tanto a cuore e soprattutto sulla sostenibilità del prodotto moda. A partire dalla scelta di tessuti naturali per arrivare ad un tipo di lavorazione totalmente sartoriale ed artigianale che ci permettere di sfruttare al meglio tutti i materiali e limitare all’osso gli sprechi, cercando di utilizzare al meglio anche piccoli scampoli di tessuto.

Aprire una sartoria: taglio tessutiQual è stata un’esperienza del percorso imprenditoriale che ricordate con soddisfazione? 

Ogni capo realizzato ci crea emozioni sempre diverse e ci da tante soddisfazioni. Sicuramente quella più grande ci è stata regalata dalla nostra prima cliente che ci ha dato tanta fiducia ed è poi tornata a farsi realizzare altri capi su misura. Questo ci ha spinto a fare sempre meglio e a dare il meglio di noi in ogni piccola cosa. 

C’è stato un momento di svolta per la vostra attività? Qualcosa che vi ha dato quello “slancio in più” per superare eventuali difficoltà? 

La nostra è ancora una piccola realtà e abbiamo ancora tanto da imparare e da migliorare. Sicuramente cerchiamo di dare il meglio di noi in ogni situazione e di superare al meglio ogni piccolo ostacolo. Il punto di svolta lo abbiamo avuto quando abbiamo deciso di realizzare i corsi di formazione di sartoria e ricamo. Corsi che sono rivolti a principianti e persone che si affacciano per la prima volta al mondo della sartoria e del ricamo e hanno voglia di imparare un nuovo hobby, e poi, chissà, magari farlo diventare qualcosa di più. 

Avete un sogno per la vostra attività, uno o più obiettivi che vorreste raggiungere? 

Spesso pensiamo al futuro e ci immaginiamo ancora qui a creare cartamodelli e ricamare dettagli. Gli obiettivi prefissati sono ancora tanti, e siamo solo all’inizio della nostra storia, ma sicuramente vogliamo lasciare un segno e dare il nostro contributo al Made in Italy focalizzando il nostro lavoro sul ritorno alla sartoria e all’artigianalità italiana, che per noi potrebbe essere un punto di svolta e anche un aiuto reale al forte impatto ecologico che purtroppo ha oggi il settore moda. 

Uno dei nostri obiettivi principali è quello di poter realizzare capi di abbigliamento che trasmettono il nostro essere e che soprattutto possano contribuire alla salvaguardia del nostro ecosistema. Per questo motivo cerchiamo sempre di utilizzare tessuti naturali o riciclati e cerchiamo di allungare il ciclo di vita del prodotto realizzando capi senza tempo, che si possano adattare ai cambiamenti del corpo della persona che li indossa in modo da poter essere utilizzati quanto più a lungo possibile. 

Aprire una sartoria: Civico5 e i corsi di ricamoL’esperienza è una grande maestra. Raccontateci un errore da evitare quando si apre una sartoria come la vostra, sulla base di ciò che avete imparato e di quello che non ha funzionato per voi. 

Chi prende qualsiasi decisione mette in conto di poter commettere degli errori, e noi ne abbiamo fatti tanti in questi tre anni, ma ci hanno comunque insegnato molto e ci hanno portato alla consapevolezza di quello che facciamo e di come lo facciamo. L’importante è provarci e sapere di poter sbagliare ma non arrendersi mai e trarre sempre il buono dagli errori commessi per cercare di non farne altri. 

Date ai lettori un consiglio per aumentare la visibilità online sulla base di ciò che ha funzionato per voi .

Ormai ognuno di noi ha a portata di click tutto. In una realtà così veloce è facile perdersi. Sicuramente ci ha aiutato molto avere un’idea di come funzionasse il posizionamento sui motori di ricerca e così abbiamo approfondito la nostra conoscenza della SEO studiando e cercando di ottimizzare sempre meglio il sito, così come cerchiamo di tenerci sempre aggiornate sui cambiamenti dei vari algoritmi social in modo da non trovarci mai impreparate sui passi da compiere. 

Perché avete scelto di utilizzare gli strumenti di GoDaddy?

Cerchiamo sempre di trovare le soluzioni migliori per la nostra attività e GoDaddy non poteva che essere una di queste.

Chiara è una Web Content Specialist laureata in comunicazione digitale. Da 7 anni lavora nel mondo digital come content strategist e copywriter. Le piace scrivere, ha una passione per il dinamico mondo della comunicazione online, il rock e la pizza.