Come creare un server Minecraft su Windows, Mac e Linux

Hey, riesco a vedere la tua casa da qui!

Minecraft è il secondo videogame più diffuso al mondo, considerando che ha venduto più di 121 milioni di copie a partire da febbraio 2017.

Tuttavia, Minecraft è molto più che un semplice gioco: è anche uno strumento per insegnare ai bambini a programmare. È una piattaforma aperta che viene ampliata man mano dagli sviluppatori ed è diventata il cuore di una community globale composta dai suoi creatori.

Se per te è la prima volta, il modo più semplice per iniziare è comprare il gioco e immergerti al suo interno. Puoi anche usare Minecraft Realms per creare il tuo mondo personale: è una sorta di alternativa più leggera per capire come creare un server Minecraft privato.

Se, invece, sei interessato a vivere l’esperienza Minecraft nella modalità completa, puoi fare un passo in più e provare subito a creare un server Minecraft privato. Con un server di questo tipo, infatti, sei libero di creare un mondo Minecraft a modo tuo.

In questo articolo ti spiegheremo esattamente come creare un server Minecraft. Scopriremo come realizzarlo su Windows, Mac e con un piano di hosting per Linux. Sei pronto? Iniziamo.

Come creare un server Minecraft su Windows, Mac o Linux

A un macro-livello, la realizzazione di un server Minecraft si basa su alcuni passaggi:

  1. Istallare l’ultima versione di Java.
  2. Istallare l’ultima versione del software per server Minecraft.
  3. Configurare il proprio server e la propria rete.
  4. Avviare il server.
  5. Controllare che il proprio server sia accessibile.

Le cose da ricordare prima di iniziare

Impostare un server richiede un po’ di impegno: avrai bisogno di alcune conoscenze tecniche per riuscire a configurare correttamente un server Minecraft.

Devi possedere una conoscenza di base del computer e del concetto di network, che sono fondamentali per gestire qualsiasi tipo di server.

Nello specifico, per capire come creare un server Minecraft, devi avere dimestichezza con:

  • l’utilizzo dell’interfaccia a riga di comando;
  • la gestione della rete (IP, DHCP, le porte di ingresso e uscita);
  • la tua configurazione di sistema;
  • la tua configurazione di rete;
  • la tua configurazione del router (per le impostazioni di una rete domestica).

Come creare un server Minecraft da casa?

Non hai bisogno del miglior sistema sul mercato per avviare un server Minecraft, l’ideale è un computer desktop. Tuttavia, per riuscire a creare un server Minecraft e giocare sullo stesso dispositivo, è necessario che tu abbia un sistema più potente. Infine, dovresti usare una connessione ethernet invece di quella wireless, perché la connessione via cavo è più affidabile.

Qual è l’alternativa se non si desidera ospitare il server sulla propria rete domestica?

Ospitare un qualsiasi tipo di server sulla propria rete domestica significa aprire quest’ultima al mondo intero. Se preferisci non assumerti questo rischio, in alternativa puoi usare un hosting provider. In questo caso dovrai pagare un abbonamento mensile o annuale, ma in compenso non avrai a che fare con la seccatura della gestione della parte hardware del server.

L’hosting di un Virtual Private Server con GoDaddy, ad esempio, è la scelta perfetta se sei all’inizio. Ricordati sempre, però, che stai per condividere l’hardware con altri utenti, quindi tieni d’occhio l’utilizzo della risorsa.

Se, invece, hai bisogno di qualcosa di un po’ più dinamico e se vuoi coinvolgere un maggior numero di giocatori, allora dovresti provare un server dedicato.

Come creare un server Minecraft sul tuo PC Windows

1. Istalla l’ultima versione di Java.

Apri il Pannello di Controllo di Windows. Sotto la voce “Programmi”, cerca Java e clicca su “Aggiorna adesso”. Apri il prompt dei comandi e digita java – version. In questo modo dovresti vedere il numero della versione.

Controlla il sito di Java per vedere qual è la versione più recente.

Se la tua versione è obsoleta o se, invece, non hai Java tra i programmi istallati sul tuo computer, allora scaricalo dal sito ufficiale.

2. Scegli una cartella di destinazione per i file del tuo server Minecraft.

Prima di scaricare il software del server Minecraft, scegli la cartella del tuo PC dalla quale vorresti lanciare il server. Quando lo avvii per la prima volta, verranno creati alcuni file di configurazione; per questo motivo, la cosa migliore è avere tutti questi file raggruppati in una cartella dedicata.

Puoi posizionare questa cartella sul tuo Desktop, nella cartella Documenti, nella cartella Programmi o in qualsiasi altro posto tu voglia. È a tua scelta.

3. Scarica e avvia il software del server Minecraft.

Scarica il software del server dal sito di Minecraft. È disponibile come un file Java del tipo .jar. Salvalo nella cartella di destinazione che hai scelto durante la fase precedente. Fai doppio clic sul file .jar per avviare il server. Il software creerà automaticamente i file di configurazione che dovranno essere modificati affinché il server sia pronto per essere utilizzato.

Accetta i file EULA: a questo punto verrà creato un file di testo denominato eula.txt. Apri il file con il text editor e modifica eula=false in eula=true. Senza questa modifica sul file EULA non sarà possibile avviare il server Minecraft.

Cosa fare se compare l’errore “Non è possibile salvare le proprietà del server”? Avvia il server Minecraft da amministratore cliccando con il tasto destro sul file .jar e selezionando “Avvia come amministratore”.

4. Abilita il port forwarding sul tuo router.

N.B.: il port forwarding può rappresentare un rischio per la sicurezza.

Se stai solo ospitando un server per i giocatori del tuo network locale, non hai bisogno di preoccuparti del port forwarding. Se, invece, vuoi rendere accessibile il tuo server a tutto il mondo, allora hai bisogno di abilitare il port forwarding sul tuo router. (Per saperne di più sul port forwarding, guarda i tutorial su PortForward.com).

Fai riferimento alle istruzioni del tuo router per avere indicazioni specifiche su come configurare il port forwarding per il tuo dispositivo. Per Minecraft devi inserire nella porta TCP il numero 25565.

Devi anche impostare l’indirizzo IP locale del tuo server come Output IP o Server IP per la porta configurata. Questa impostazione indica al router quale dispositivo è quello attivo. Per trovare l’IP locale del tuo server, apri il prompt dei comandi e digita ipconfig.

5. Avvia il server Minecraft.

Per avviare il server Minecraft, apri il prompt dei comandi di Windows. Cerca il percorso nel quale il file del server Minecraft è stato istallato (la denominazione dovrebbe essere del tipo “minecraft_server.1.12.2.jar”).

In seguito, avvia il server con il comando seguente:

java -Xmx1024M -Xms1024M -jar {server file name} nogui

(Sostituisci {server file name} con il nome attuale del file del server).

Se preferisci utilizzare l’UI del server, escludi il parametro “nogui”:

java -Xmx1024M -Xms1024M -jar {server file name}

Puoi anche creare un file .bat per raggruppare insieme i comandi.

Una volta avviato il server, puoi invitare gli altri utenti ad accedere al tuo server tramite l’indirizzo IP locale nel caso in cui siano già collegati alla tua rete domestica, oppure tramite l’indirizzo IP esterno o pubblico nel caso in cui, invece, non abbiano accesso alla tua rete domestica.

Puoi trovare il tuo indirizzo IP pubblico cercando le istruzioni su Google.

Per verificare che il tuo server sia accessibile, inserisci il tuo IP pubblico nel Minecraft Server Status Checker.

Come creare un server Minecraft sul tuo Mac

1. Assicurati di aver istallato Java.

Le più recenti versioni di MacOS includono Java di default. Se stai utilizzando una versione vecchia di MacOS (OS X), potresti aver bisogno di scaricare l’ultima versione di Java dal sito della Apple.

2. Scegli una cartella di destinazione per i file del tuo server Minecraft.

Crea una cartella per i file del tuo server Minecraft. Ad esempio, puoi crearla sul tuo desktop, è a tua scelta.

3. Scarica il software del server Minecraft.

Scarica il software del server dal sito di Minecraft. Verrà scaricato come un file Java nel formato .jar. Salvalo nella cartella stabilita nella fase precedente.

Apri TextEdit e imposta il formato con un semplice testo. Inserisci quanto segue:

#!/bin/bash
cd "$(dirname "$0")"
exec java -Xms1G -Xmx1G -jar {server file name} nogui

(Sostituisci {server file name} con il nome attuale del file del server).

Salva il file come start.command nella stessa cartella dove si trova il file .jar.

A questo punto, apri il Terminale per concedere l’autorizzazione al nuovo file start.command affinché possa essere avviato. Digita chmod a+x con uno spazio subito dopo il comando. Seleziona e trascina il file start.command nella finestra del terminale e poi premi Invio.

4. Abilita il port forwarding sul tuo router.

N.B.: il port forwarding può rappresentare un rischio per la sicurezza.

Se stai semplicemente ospitando un server per altri giocatori sulla tua rete domestica, non devi preoccuparti del port forwarding. Se, invece, vuoi far sì che il tuo server sia accessibile a tutto il mondo, allora devi abilitare il port forwarding sul tuo router. (Per saperne di più sulla mappatura porte, guarda i tutorial su PortForward.com).

Fai riferimento alle istruzioni del tuo router per avere indicazioni precise su come configurare il port forwarding sul tuo dispositivo. Per Minecraft devi inserire nella porta TCP il numero 25565.

Devi anche impostare l’indirizzo IP locale del tuo server come Output IP o Server IP per la porta configurata. Questa impostazione indica al router quale dispositivo è quello attivo. Per trovare l’IP locale del tuo server, apri il prompt dei comandi e digita ipconfig.

5. Avvia il server Minecraft.

Fai doppio clic sul file “start.command” creato nella fase 3. Si aprirà una finestra del Terminale. Probabilmente la prima volta che avvierai il server vedrai un messaggio di errore, è normale che sia così.

Una volta avviato il server, puoi invitare altri utenti ad accedere al tuo server tramite il tuo indirizzo IP locale se sono collegati alla tua rete domestica, oppure tramite un indirizzo IP esterno o pubblico nel caso in cui, invece, non lo siano.

Puoi trovare il tuo indirizzo IP pubblico cercando le istruzioni su Google.

Per verificare che il tuo server sia accessibile, inserisci il tuo IP pubblico nel Minecraft Server Status Checker.

Come creare un server Minecraft su Linux

Se non vuoi ospitare un server Minecraft sulla tua rete domestica, come alternativa puoi utilizzare un servizio di hosting per Linux. In questo modo non sarai responsabile della gestione dell’hardware e inoltre non esporrai la tua rete domestica al pubblico.

Come anticipato, un piano di Virtual Private Server Hosting per Linux di GoDaddy è un’opzione più leggera se il tuo intento è quello di sperimentare, senza l’aspettativa di un grande numero di utenti sul tuo server. Se invece ti aspetti molti utenti, allora dovresti utilizzare un server Linux dedicato.

Per seguire le indicazioni che ti forniremo dovrai collegarti al tuo hosting tramite SSH (se non hai dimestichezza con il processo da seguire, questo articolo della sezione Help potrà aiutarti).

1. Istalla Java

Dopo aver impostato nel tuo host il protocollo SSH come utente amministratore, inserisci il seguente comando:

apt-cache search openjdk

Questo comando ti fornirà una lista dei pacchetti OpenJDK disponibili in grado di istallare Java. Per il nostro esempio considereremo openjdk-7-jdk, ovvero OpenJDK 7 Development Kit.

Aggiorna la lista dei pacchetti disponibili dai depositi remoti:

apt-get update

In seguito istalla il pacchetto software selezionato:

apt-get install openjdk-7-jdk

Premi “Y” quando suggerito per autorizzare lo spazio di archiviazione richiesto per l’istallazione. Una volta completato il processo, verifica che Java sia stato istallato correttamente:

java –version

Dovresti riuscire a vedere la versione di Java appena istallata.

2. Crea una cartella per i file del tuo server Minecraft.

Nel tuo host crea una directory dove salvare i file del server Minecraft, poi impostalo su quella stessa directory.

mkdir minecraft
cd minecraft

3. Scarica i file del server Minecraft.

All’interno della directory di Minecraft, avvia il comando wget per scaricare i file del server Minecraft:

wget -O minecraft_server.jar https://s3.amazonaws.com/Minecraft.Download/versions/1.12.2/minecraft_server.1.12.2.jar

(Suggerimento: fai doppio clic sulla pagina di download di Minecraft per ottenere l’URL dell’ultima versione).

Come prossimo passo, è necessario istallare e avviare lo “screen”, affinché il tuo server continui a funzionare anche quando non sei connesso:

yum install screen
screen

4. Avvia il tuo server Minecraft.

java -Xmx512M -Xms512M -jar minecraft_server.jar nogui

(Suggerimento: puoi modificare le impostazioni –Xmx e –Xms per adeguare la memoria allocata per il server Minecraft. Ad esempio, puoi inserire -Xmx1G -Xmx1G per farla arrivare a 1GB di RAM. La memoria disponibile dipende dal tuo piano di hosting).

Per essere sicuro che tutto funzioni correttamente, blocca il tuo server con:

stop

In seguito edita le “server.properties” e imposta quanto segue:

enable-query=true

Salva il file delle “server.properties” e riavvia il server. In seguito, digita l’indirizzo IP del tuo server nel Minecraft Server Status Checker per verificare che sia accessibile pubblicamente.

5. Definisci un dominio per il tuo server Minecraft.

Fornire ai giocatori un nome dominio facile da ricordare invece di un indirizzo IP complicato, significa rendere più semplice alle persone la connessione al tuo server Minecraft.

È veramente facile: aggiorna i record DNS del tuo dominio aggiungendo un record “A” per il tuo dominio (utilizzando @ come nomehost), o per il sottodominio (utilizzando qualcosa come “mc” come hostname), che puntano all’indirizzo IP del tuo server Minecraft.

Considera che possono servire fino a 24 ore per far sì che le modifiche al DNS abbiano effetto a livello globale. Se non sei sicuro di come cambiare i record dei DNS, dai un’occhiata a questo articolo della sezione Help che spiega come aggiungere un record A.

Forniamo informazioni sull’utilizzo di alcuni prodotti forniti da terze parti, ma non consigliamo o supportiamo prodotti di terzi e non siamo responsabili del loro funzionamento o affidabiità. Marchi e loghi di terze parti sono di proprietà dei relativi proprietari. All rights reserved.

 

Photo by Nina PhotoLab on Unsplash