Quanto costa un sito web? Ecco le spese da considerare

Prodotti menzionati
Fai una stima dei costi

Se stai decidendo di far finalmente sbarcare la tua attività su internet, molto probabilmente ti starai chiedendo qual è il costo di un sito web, e quasi sicuramente è il motivo per cui ti trovi su questo articolo. La risposta a questa domanda è “dipende”: può variare da qualche centinaio di euro fino ad arrivare a svariate migliaia. Di seguito scopriremo quali sono i fattori che influiscono sul costo di un sito internet per aiutarti a capire che tipo di spesa preventivare.

Quanto costa un sito web: voci di spesa fondamentali

Per creare un sito web occorre pensare ad alcuni elementi fondamentali: il nome di dominio, l’hosting, la tipologia di sito che si desidera sviluppare e le sue funzionalità.

 

Iniziamo.

Il nome di dominio

I costi di un sito internet: il dominioIl primo tassello da considerare è la registrazione di un nome di dominio, cioè l’indirizzo sul web grazie a cui le persone potranno atterrare sul tuo sito. Godaddy.it, ad esempio, è il dominio di GoDaddy, mentre wikipedia.org è quello di Wikipedia.

Abbiamo creato una guida apposita per aiutarti a scegliere un dominio efficace per il tuo business, ma in questo caso non ci soffermeremo sull’argomento visto che il tema centrale che stiamo affrontando è quanto costa fare un sito web. Parliamo quindi dei costi di un nome di dominio. Anche qui, il prezzo può variare molto a seconda del dominio scelto e dell’estensione.

In generale, puoi considerare una spesa di circa 20 euro all’anno, anche se ci sono spesso offerte, come quelle di GoDaddy ad esempio, che ti permettono di pagare molto meno. Tuttavia, devi considerare che alcune estensioni potrebbero far aumentare il costo annuale del tuo dominio anche in maniera considerevole.

Se hai in mente un nome di dominio e non sai se è ancora libero, controlla subito la sua disponibilità e il suo costo.

L’hosting

Il secondo tassello per mettere in piedi un sito è l’hosting. Devi sapere, infatti, che un sito internet è essenzialmente composto da una serie di file che vengono conservati su uno spazio all’interno di un server, cioè un grande computer sempre connesso. A meno che tu non abbia un server web tutto tuo, che comunque può essere una soluzione molto costosa per una piccola impresa, dovrai affittare lo spazio sul server di un hosting provider.

Ma quanto costa l’hosting di un sito? Anche in questo caso i prezzi possono variare molto. Con GoDaddy, ad esempio, l’hosting di un sito web base può partire da circa 4€ al mese per arrivare a poco più di 100 euro al mese nel caso dei piani di hosting aziendale per siti complessi, ricchi di foto e con una grande quantità di traffico.
Ovviamente, anche qui puoi approfittare di offerte che ti permettono di risparmiare tagliando il costo della creazione di un sito web.

Il tipo di sito e le funzioni

Dopo il dominio e l’hosting, il terzo fattore da prendere in considerazione per capire quali sono i costi di un sito web è la tipologia di sito che vuoi ottenere.

Domandati:

  • Quali sono le finalità del mio sito?
  • Ho bisogno della funzione e-commerce?
  • Quali contenuti devono essere presenti? Solo testi o anche video e foto?
  • Serve un’area riservata per i clienti?
Più un sito sarà articolato nella navigazione, ricco di funzionalità e contenuti in formati diversi, più il suo costo aumenterà.

 

Se hai una piccola attività o ti basta un sito personale, inizia dalle cose semplici, ad esempio con un sito di poche pagine che spiega chi sei, cosa offri (magari con una gallery dei tuoi prodotti o servizi) e le modalità per contattarti. Farai sempre in tempo ad integrare nuove pagine e funzionalità in un secondo momento, quando il tuo business sarà cresciuto e avrai un budget più sostanzioso.

Il costo per la realizzazione di un sito web

Una volta che avrai registrato il tuo dominio, acquistato un servizio di hosting e capito cosa ti serve avere, dovrai passare alla realizzazione del sito. A meno che tu non abbia una conoscenza approfondita dei codici di programmazione – cosa che ti permetterebbe di risparmiare molto sul costo del tuo sito web – a questo punto ti si aprono davanti due diverse possibilità:

  1. Usare una piattaforma per creare siti web
  2. Assumere uno sviluppatore

1. Usare una piattaforma per creare siti web

Uno dei modi più economici per realizzare un sito è quello di utilizzare i cosiddetti “costruttori di siti”, piattaforme che ti permettono di creare il tuo sito in pochi click del mouse ottenendo il controllo completo su di esso.

Con Website Builder di GoDaddy, ad esempio, puoi aprire un sito internet in meno di un’ora scegliendo il template che ti piace di più, cambiando le immagini, modificando i testi, i font e i colori, aggiungendo un negozio online, video, menu, un listino prezzi e gallerie di immagini.

Questa è un’ottima soluzione per creare un sito web se non sai programmare, e ti permetterà di risparmiare notevolmente sui costi di realizzazione, ma anche su quelli delle modifiche future: puoi infatti aggiungere ed eliminare pagine, immagini, testi e quant’altro in pochi minuti e in qualsiasi momento.

Inoltre, con Siti web + Marketing di GoDaddy Website Builder si è arricchito di funzionalità di marketing che ti consentiranno di far crescere il tuo sito (e il tuo business).

Nel momento in cui questo articolo viene pubblicato, i piani di Website Builder partono da 7,31 euro al mese (hosting incluso) fino ad un massimo di 24,39 euro al mese per i siti e-commerce.

Ma vediamo quanto costa creare un sito con Website Builder:

  • Abbonamento mensile: da €7,31 a €24,39 al mese
  • Nome di dominio: approssimativamente €20 l’anno
  • Costo annuale di base (abbonamento + dominio): da €107,72 a €312,68
  • Possibili costi aggiuntivi: Costi per la creazione dei contenuti del tuo sito web se non sei tu a scrivere i testi e preparare le immagini.

2. I costi assumendo uno sviluppatore

Costo di un sito web co uno sviluppatoreI web designer sono professionisti in grado di realizzare siti web molto complessi, dotati di funzionalità avanzate e personalizzazione pressoché totale. Potresti assumere uno sviluppatore freelance o rivolgerti ad un’agenzia, ma in entrambi casi il costo del tuo sito aumenterà molto.

Lo stipendio medio di un web designer dipendente, infatti, ammonta a circa 1800 euro al mese, ma la cifra può diminuire o aumentare in base all’esperienza e alle competenze possedute.
Potresti considerare la possibilità di assumere uno sviluppatore a ore, ma in questo caso dovrai mettere in conto non solo le ore per la preparazione e creazione del sito, ma anche quelle per i test e per la manutenzione mensile.

Uno sviluppatore freelance ha una tariffa oraria media che si aggira attorno ai 40 euro, e per realizzare un sito web di medie dimensioni può volerci almeno un centinaio d’ore, considerando la parte di pianificazione, recupero delle risorse, creazione vera e propria e test di verifica.

A ciò dovrai aggiungere anche i costi per il servizio di hosting e il dominio.

Facciamo un breve recap!

Quanto costa fare un sito web assumendo uno sviluppatore:

  • Costo del web designer: €40 all’ora x 100 ore = €4000 (la cifra può variare a seconda della tariffa oraria dello sviluppatore e della complessità del sito)
  • Nome di dominio: circa €20 l’anno
  • Costo di hosting (con GoDaddy): da €48 a circa €1200 all’anno per i siti grandi e complessi.
  • Possibili costi aggiuntivi: Costi per la creazione del contenuto del tuo sito web, un canone mensile per la manutenzione.

Conclusioni

Come hai potuto vedere, il costo di un sito web può variare molto e può partire da poco più di un centinaio d’euro per arrivare a diverse migliaia. Se stai pensando di investire nella realizzazione del sito per la tua attività, valuta bene il tuo budget, individua la tipologia di sito di cui hai bisogno e le funzioni che ti servono, poi scegli la soluzione che risponde meglio alle tue esigenze tra quelle elencate sopra.

E ricorda: è sempre meglio partire in piccolo per poi integrare elementi e funzioni man mano che il tuo business crescerà.