PMI Digital Index 2019: i dati sulla maturità digitale delle PMI italiane

Prodotti menzionati
Le PMI italiane sono ancora immature digitalmente

Scopri anche il PMI Digital Index 2020 e gli aggiornamenti sull’evoluzione digitale delle PMI italiane. 

Le piccole e medie imprese italiane sfruttano sufficientemente gli strumenti digitali a loro disposizione per essere presenti online e dare slancio al business? Questa è una delle domande a cui il PMI Digital Index 2019 stilato da GoDaddy dà risposta, e i risultati emersi mostrano che la strada che le PMI devono ancora compiere per arrivare alla maturità digitale è lunga.

Dai dati della ricerca – analizzati tramite un tool sviluppato da Alkemy Play, società del gruppo Alkemy focalizzata nelle soluzioni di Digital Marketing Automation per le PMI – emerge che il digital gap delle piccole e medie imprese italiane è ancora importante.

Il PMI Digital Index, ossia l’indice sulla maturità digitale delle PMI italiane, ha preso in considerazione i profili di circa 4.000 micro, piccole e medie imprese diffuse in tutta la Penisola, focalizzandosi su tre dimensioni che sintetizzano circa 120 parametri afferenti ai principali pilastri del mondo digitale:

  • Digital Presence Quality: dimensione che valuta l’aspetto tecnico della presenza online (strategia SEO, struttura del sito web, ottimizzazione per dispositivi mobili, ecc.)
  • Reputation Index: dimensione che valuta la relazione tra gli utenti e la popolarità digitale di un’azienda (like alla pagina Facebook, numero di recensioni, backlink, ecc.)
  • Digital Marketing Index: dimensione che prende in considerazione le iniziative digitali messe in atto dalle aziende (utilizzo di Digital Advertising, uso di tool di monitoraggio delle performance come Google Analytics, aggiornamento costante dei contenuti del sito, ecc.).

Per ognuna di queste tre dimensioni sono emerse performance diverse sia a livello geografico che di settore merceologico.

Tra i dati più rilevanti a livello macro, però, troviamo che:

  • Solo il 33% delle PMI italiane ha un sito web, strumento fondamentale per la visibilità online (e solo il 57% di queste possiede alternativamente un sito web o una pagina Facebook). Fonti: Cerved, CER.
  • Il 37% delle PMI con un dominio registrato non ha un account Google My Business rivendicato.
  • Solo il 9% delle PMI con un dominio registrato utilizza Google Ads.
  • Nel 2018 il grado di digitalizzazione aggregato si assesta ad un punteggio di 54/100, indice del fatto che le piccole e medie imprese italiane non raggiungono ancora la sufficienza piena in campo digital.

Questi sono solo alcuni dei fattori emersi nel PMI Digital Index che mostrano come le PMI presenti su internet stentino a soddisfare alcuni pilastri fondamentali del posizionamento digitale.

Per scoprire di più sul livello di presenza digitale delle PMI italiane, sfoglia e scarica il report PMI Digital Index 2019 completo che trovi qui:

Scopri anche quali sono i punti deboli in campo digital delle PMI italiane e le 12 raccomandazioni per migliorare il loro grado di digitalizzazione.

Banner registrazione domini GoDaddy