Come usare gli shortcode in WordPress per le pagine e i post

Segui la via più veloce

Gli shortcode WordPress sono in grado di fare cose incredibili se gliene date l’occasione. Uno shortcode è un tag univoco che permette ad un utente di inserire script, immagini, contenuti e funzioni predefinite (e altro ancora) nei siti web WordPress senza dover scrivere manualmente lunghe righe di HTML o CSS.

Questo può sembrare più complicato di quando non sia in realtà.

Pensa a quando eri bambino ed esclamavi: “Mamma è a casa!”. Con questa frase non volevi dire semplicemente che mamma era effettivamente arrivata a casa, ma volevi comunicare dei significati sottintesi come ad esempio “rimetti in ordine prima che veda il disordine che hai creato e smettila di fare cose che potrebbero metterti nei guai”.

La stessa cosa vale con gli shortcode. Aggiungerai uno shortcode nel tuo editor di pagina, ma esso farà una cosa molto più complessa sul tuo sito.

Solitamente uno shortcode è costituito da una o due parole poste tra parentesi quadre – es: [mamma-casa] – che hanno lo specifico compito di dire ad uno specifico script o contenuto “rimetti in ordine prima che mamma veda il disordine che hai creato e smettila di fare cose che potrebbero metterti nei guai”.

Bene, ora che sai cosa sono gli shortcode qui c’è la lista delle altre informazioni che ti daremo in questo articolo:

  • Quali sono gli utilizzi degli shortcode
  • Come creare uno shortcode da zero
  • Come creare uno shortcode usando un plugin
  • Plugin con shortcode inclusi

Iniziamo!

WordPress Shortcode: perché imparare ad usarli?

Imparare ad usare gli shortcode WordPress ti farà risparmiare tempo e ti renderà la vita più facile.
Pensa a quanti task devi fare costantemente quando crei una pagina o un post!

Le migliori ragioni per imparare ad utilizzare gli shortcode di WordPress:

  • Aggiungere velocemente un link per l’iscrizione alla fine del tuo blog post
  • Aggiungere pulsanti di Call To Action
  • Aggiungere contact form
  • Creare colonne
  • Inserire codice AdSense
  • Aggiungere immagini
  • Aggiungere altri elementi visuali

Ci sono parecchi altri modi per incorporare gli shortcode nel tuo sito web, ma quelli elencati sono i più comuni che abbiamo visto e usato. Questi shortcode sono solitamente in bundle con i plugin.

Il plugin Column Shortcodes di WordPress, ad esempio, ti consente di creare colonne più facilmente nei tuoi post o pagine. Il plugin Ninja Forms, invece, utilizza uno shortcode per permetterti di aggiungere contact form ai post o alle pagine in modo semplicissimo.

Usare shortcode in WordPress: plugin NinjaForms https://it.wordpress.org

Ora che sai che cos’è uno shortcode e alcuni dei modi in cui può essere usato, leggi come puoi crearne uno personalizzato.

Creare uno shortcode in WordPress

È vero che gli shortcode WordPress rendono più semplice aggiungere delle funzionalità al tuo sito, ma cosa si può fare se non si trova uno shortcode per aggiungere la funzionalità che avevi in mente? Devi sapere che ci sono due modi per creare il tuo shortcode WordPress.

  1. Da zero – Ti introdurremo nel file function.php del tuo tema WordPress per crearne uno.
  2. Usando un plugin – Ti mostreremo un plugin che renderà un po’ più semplice creare uno shortcode.

Creare uno shortcode personalizzato da zero

Prima di iniziare, ecco una dritta: è una buona idea creare un backup prima di procedere con modifiche ai file del tema di WordPress.
C’è sempre il rischio di “rompere” qualcosa. Credimi, lo sappiamo per esperienza diretta. Inoltre, è meglio usare questo metodo se hai un Child Theme, così non perderai i tuoi shortcodes aggiornando il tema.

Manterremo il contenuto dello shortcode semplice, ma puoi farne di più avanzati con il custom coding.  

Raggiungi il file functions.php nella tua dashboard di WordPress. Vai alla voce Aspetto e poi su Editor, poi seleziona il tuo file functions.php. Lo shortcode consiste di due parti, la function (funzione) e il nome dello shortcode.

La funzione dello shortcode

La function è quello che lo shortcode farà nel tuo sito quando verrà utilizzato. Riportiamo di seguito un esempio:

// "Mamma è a casa" Shortcode

function shortcode_mammacasa () {
. . return “rimetti in ordine prima che veda il disordine che hai
creato e smettila di fare cose che potrebbero metterti nei guai”;
}

Il nome dello shortcode

Ora dobbiamo aggiungere codice per associare la funzione ad un nuovo shortcode. Nell’esempio che segue, mamma-casa sarà lo shortcode che creeremo e che poi assoceremo alla funzione shortcode_mammacasa.

add_shortcode(‘mamma-casa', 'shortcode_mammacasa');

Tutto insieme, apparirà così:

// " Mamma è a casa" Shortcode

function shortcode_mammacasa () {
. . return “rimetti in ordine prima che veda il disordine che hai 
creato e smettila di fare cose che potrebbero metterti nei guai”;
add_shortcode('mamma-casa', 'shortcode_mammacasa');
}

In questo esempio, rimetti in ordine prima che veda il disordine che hai creato e smettila di fare cose che potrebbero metterti nei guai comparirà ogni volta che si aggiungerà [mamma-casa] in una pagina, post o widget.

Abbiamo appena utilizzato un esempio un po’ sciocco, ma questo perché stiamo ancora cercando di mostrare come usare gli shortcode in WordPress. Puoi assegnare il nome che vuoi al tuo shortcode, e anche la sua funzione dipende da te. Per il nome raccomando di usare qualcosa che puoi ricordare facilmente. Ricorda infatti che gli shortcode dovrebbero renderti la vita più facile.

Creare shortcode in WordPress con plugin

Non ti piace l’idea di addentrarti dentro al codice del tuo tema di WordPress? Non ti preoccupare! Come diciamo sempre, esiste un plugin per farlo.

Shortcoder Plugin

Ora parleremo di come puoi utilizzare il plugin Shortcoder per riuscirci. Questo è un plugin gratuito che ti consente di utilizzare l’editor di pagina standard di WordPress per creare shortcode.

Shotcode in WordPress: plugin Shortcoder wordpress.org

Partendo dalla tua dashboard di WordPress, vai su Plugin e Aggiungi nuovo, poi cerca Shortcoder.

Dopo aver installato il plugin, per creare il tuo primo shortcode segui questi passaggi:

  1. Dal menù di sinistra, vai su Settings e poi seleziona Shortcoder.
  2. Clicca su Crea un nuovo shortcode/Create a new shortcode
  3. Dai un nome al tuo shortcode e poi aggiungi il tuo contenuto (es: rimetti in ordine prima che veda il disordine che hai creato e smettila di fare cose che potrebbero metterti nei guai) nell’editor di testo.
  4. Clicca su Crea shortcode/Create shortcode in fondo. Bene, hai appena creato il tuo primo shortcode su WordPress!
  5. Se vuoi inserire lo shortcode in una pagina WordPress o in un post, vai sul rispettivo editor di pagina o di post.
  6. Clicca sull’icona dello shortcut ( [/] ) nella barra degli strumenti dell’editor e scegli Quick insert vicino a quello che vorresti usare.
    Shortcode in WordPress: icona Shorcoder
  7. Ora pubblica le tue modifiche e guarda il risultato sulla pagina!

Il plugin Shortcodes Ultimate

Segnaliamo questo plugin gratuito perché è stato installato da circa 700.000 utenti e ha un giudizio di quasi 5 stelle piene. Shortcodes Ultimate offre un’ampia gamma di shortcode preimpostati per creare tab, pulsanti, slider, carousel, video responsive e tanto altro.

L’immagine che segue mostra la lista completa di shortcode WordPress preimpostati che puoi utilizzare per rendere molto più semplice il processo di creazione.

Dalla tua dashboard di WordPress vai su Plugin, Aggiungi nuovo e poi cerca Shortcodes Ultimate.  

Gli shortcode di WordPress sono una cosa bellissima con un potenziale illimitato. Ora che hai imparato ad utilizzarli, risparmia tempo e fatica sfruttando le informazioni che ti abbiamo dato in questo articolo per crearne uno personalizzato in modo semplice.

Justin Nealey
Justin Nealey ha trascorso la maggior parte della sua vita da adulto ad aiutare le persone ad andare online. Le sue grandissime passioni sono WordPress, i social media, il podcasting e assistere le aziende per aiutarle a raggiungere i loro obiettivi. Quando non si sta occupando di guidare un team di consulenti aziendali a GoDaddy, gestisce il suo piccolo business, Macrify Media e crea podcast sulla birra e gli imprenditori per Craft Thinking.