Hosting web e classico Aiuto

Bip bip... calcoli... calcoli... inizio sequenza 42...
Ci risiamo con quei pazzi robot! Hanno tradotto questa pagina nella tua lingua. I robot hanno le migliori intenzioni. Vogliono aiutarti. Premi i pulsanti al fondo della pagina per farci sapere che cosa pensi del risultato. Vai alla versione inglese

Apporta le modifiche finali ai file del mio sito WordPress

Nota: questo è il sesto e ultimo passaggio della migrazione manuale di un sito WordPress al tuo account WordPress gestito Pro. Se non disponi di un account WordPress gestito Pro, puoi saperne di più qui .

Parte 1: copia la cartella wp-content Parte 2: crea un file di dump SQL
Parte 3: carica il contenuto del sito Parte 4: aggiorna il database del sito
Parte 5: modifica dei prefissi delle tabelle Parte 6: apporta le modifiche finali

Obbligatorio: devi usare un'applicazione FTP (qui useremo FileZilla) per aggiornare un altro file e un'applicazione SSH (per Windows: PuTTy, per Mac: Terminal) per cercare e sostituire gli URL del sito.

Questo è il passaggio finale per la migrazione manuale di un sito WordPress a un account WordPress gestito Pro. Datti dai cinque ai dieci minuti per completare questo passaggio.

Nota: se non hai dovuto modificare i prefissi delle tabelle come descritto nella Parte 5 , inizia dal Passaggio 7 di questo articolo. Altrimenti, inizia con il passaggio 1.

  1. Apri FileZilla e collegati al sito usando le tue credenziali sFTP (ricorda, le hai recuperate in questo passaggio .
  2. La finestra FTP dovrebbe aprirsi automaticamente nella directory principale del tuo sito web. In caso contrario, nel campo Sito remoto , digita /home/SFTPUSERNAME/html , dove SFTPUSERNAME viene sostituito con il nome utente che hai usato per connetterti a SFTP sopra, e premi Invio.
  3. Nell'elenco dei file, fai clic con il pulsante destro del mouse su wp-config.php e seleziona Visualizza/Modifica . Il file .php si apre nell'editor predefinito; se devi selezionare l'applicazione usata per modificare questo file, seleziona un editor di testo.
    modifica il file wp-config.php
  4. Cerca la riga '$ table_prefix =' wp_ '; .
    trova la riga del prefisso della tabella
  5. Sostituisci wp con il prefisso di tabella copiato nella Parte 5. In questo esempio, il prefisso di tabella è abc123 .
    modificare il prefisso della tabella

    Nota: fai attenzione a non eliminare il carattere di sottolineatura che segue il prefisso della tabella.

  6. Salva il file. Se ti viene chiesto di sovrascrivere il file, accetta.
  7. Apri un'applicazione SSH e connettiti al sito. Ti serviranno di nuovo le credenziali di host, nome utente e password.

    [Su Mac, usa Terminale: ssh nomeutente@nomehost, quindi immetti la password quando richiesto.]

  8. Dopo aver effettuato l'accesso e stabilito la connessione SSH, devi modificare la directory in /html .
    cambia la directory in html
  9. Per iniziare la ricerca e sostituzione, digita: wp search-replace 'oldurl' 'newurl' --dry-run , dove:
    • oldurl è l'URL completo (incluso "http: //" o "https: //") del sito originale di cui stai eseguendo la migrazione nell'account WordPress gestito Pro.
    • newurl è l'URL completo (incluso "http: //" o "https: //") per il sito WordPress gestito Pro creato per la migrazione, anche se si tratta di un URL temporaneo.
    • --dry-run dice a WordPress di eseguire il comando e riportare i risultati, ma in realtà non cambia nulla nel database . In questo modo possiamo verificare che gli URL siano corretti e, in caso di errore, non interrompi nulla.
  10. Nota: assicurati che gli URL utilizzati in questo comando corrispondano esattamente agli URL del sito migrato e del nuovo sito.

  11. Premi Invio per eseguire il comando. WordPress impiegherà alcuni secondi per completare il lavoro. In caso di esito positivo, vedrai quante modifiche verranno apportate alle tabelle del database.
    successo nel funzionamento a secco

    Nota: se ricevi un messaggio di conferma, ma viene visualizzato 0 sostituzioni, controlla di nuovo entrambi gli URL e ripeti il passaggio precedente. Gli URL devono essere completamente accurati, altrimenti questo comando non funzionerà.

  12. Se hai ricevuto il messaggio di conferma e hai notato che verranno eseguite più di 0 sostituzioni, inserisci: wp search-replace 'oldurl' 'newurl' , dove oldurl e newurl sono gli URL completi del vecchio e nuovo sito come descritto in precedenza.
  13. Premi Invio. WordPress completa la ricerca e sostituzione e rivede il database. In caso di esito positivo, vedrai il numero di modifiche apportate.
  14. Accedi al sito WordPress e verifica che tutto sia come previsto.
  15. Nota: potrebbero esserci delle modifiche al layout che devi rivedere nell'editor di WordPress.

Passaggio successivo


Questo articolo è stato di aiuto?
Grazie per il tuo feedback. Per parlare con un addetto dell’assistenza clienti, usa il numero di telefono o l’opzione chat qui sopra.
Felici di esserti stati di aiuto! C'è altro che possiamo fare per te?
Ci dispiace. Dicci che cosa hai trovato di poco chiaro o perché la soluzione non ha risolto il problema.