Che cosa influisce sul tempo di propagazione DNS?

Quando aggiorni i record del sistema dei nomi di dominio (DNS) nel file di zona del tuo nome di dominio, le modifiche possono metterci anche 48 ore prima di propagarsi completamente su Internet. Siamo impegnati a rendere gli aggiornamenti il più rapidi possibile, ma il tempo di propagazione DNS del tuo nome di dominio dipende da svariati fattori che non possiamo controllare.

Molti degli aggiornamenti che puoi fare in Gestione domini influiscono sui record DNS nel file di zona del nome di dominio. Ad esempio, provochi l'aggiornamento del file di zona del nome di dominio quando imposti i server dei nomi, abiliti l'inoltro o il mascheramento, abiliti le estensioni DNSSEC (Domain Name System Security Extensions), imposti host e indirizzi IP, crei siti Web per dispositivi mobili o abiliti CashParking®.

I fattori che influiscono sul tempo di propagazione DNS sono i seguenti.

  • Impostazioni TTL (Time to Live) — Puoi impostare il TTL per ciascun record DNS nel file di zona del nome di dominio. Il TTL è il periodo di tempo in cui i server memorizzano nella cache i dati relativi ai record DNS. Ad esempio, se imposti il TTL per uno specifico record su un'ora, i server memorizzano le informazioni per quel record localmente per un'ora prima di recuperare informazioni aggiornate dal server dei nomi autorevole. Impostando il TTL su un intervallo più breve, la propagazione diventa più rapida. Tuttavia, aumenta il numero di query verso il server dei nomi autorevole e di conseguenza rallenta il tempo di elaborazione del server.
  • ISP (Internet Service Provider) — L'ISP memorizza in cache i record DNS (memorizza i dati localmente piuttosto che recuperarne di nuovi dal server DNS) per rendere più rapida la navigazione sul Web e ridurre il traffico, il che allunga i tempi di propagazione. Alcuni ISP ignorano le impostazioni TTL e aggiornano i record nella cache solo ogni 2 o 3 giorni.
  • Registro del nome di dominio — Se cambi i server dei nomi del tuo nome di dominio, entro alcuni minuti trasmettiamo la richiesta di modifica al registro, il quale pubblica i record del tuo server dei nomi (NS) autorevole nella propria zona "root". Molti registri aggiornano le proprie zone tempestivamente. Ad esempio, VeriSign aggiorna le zone per i nomi di dominio .com ogni 3 minuti. Tuttavia, non tutti i registri sono così rapidi. I registri spesso proteggono i propri server dei nomi principali da un uso eccessivo impostando un TTL alto (48 ore o più) per quei record NS. Inoltre, sebbene i server dei nomi ricorsivi non dovrebbero memorizzare nella cache i record NS principali, alcuni ISP memorizzano comunque i dati nella cache, con un ulteriore rallentamento del tempo di propagazione dei server dei nomi.

Questo articolo è stato di aiuto?
Grazie per il tuo feedback
Felici di esserti stati di aiuto! C'è altro che possiamo fare per te?
Ci dispiace. Come possiamo esserti più utili?