Impostazione dell'accesso desktop per il tuo server dedicato Linux CentOS o Fedora

Alcune delle informazioni in questo articolo sono destinate a utenti avanzati. Ti avvisiamo che hai la responsabilità di seguire con attenzione le procedure indicate sotto. L'Assistenza clienti non può fornire aiuto su questi argomenti.

Puoi impostare rapidamente e garantire l'accesso al tuo ambiente server dedicato Linux mediante Virtual Network Computing (VNC) e assicurare la connessione tra il server e il desktop.

Per avere la garanzia di una connessione sicura segui tutti i passaggi illustrati di seguito. VNC non è crittografato e non è sicuro in una rete aperta, quindi per impostare e garantire una connessione sicura sono necessari tutti i passaggi descritti di seguito.

NOTA: le presenti istruzioni sono valide solamente per i server dotati dei sistemi CentOS 6 o Fedora.

Passaggio 1 — Installazione di GNOME e VNC

Questo passaggio comprende due installazioni: prima l'ambiente desktop GNOME; poi, il pacchetto server VNC. Entrambi sono installati mediante yum, disponibile sul server dedicato Linux.

Installazione di GNOME e VNC

  1. Accedi al tuo server dedicato Linux come utente root tramite SSH (Secure Shell Protocol).
  2. Digita le informazioni di seguito e premi Invio. Il completamento del processo richiede alcuni minuti:
    yum -y groupinstall Desktop
  3. Digita le informazioni di seguito e premi Invio:
    yum -y install tigervnc-server

SUGGERIMENTO: l'utilizzo di yum rende questi passaggi dell'installazione rapidi e chiari.

Il tuo ambiente desktop è ora installato, così come VNC, che utilizzi per accedervi.

Purtroppo, GNOME installa un servizio denominato NetworkManager. Questo servizio deve essere rimosso in quanto sovrascrive le nostre impostazioni locali di nameserver provocando problemi di DNS ai domini ospitati sul tuo server. Per rimuovere NetworkManager, esegui il seguente comando:

yum -y remove NetworkManager

Dopo la rimozione di NetworkManager, ti consigliamo di verificare se i tuoi resolver DNS sono ancora validi visualizzando il file /etc/resolv.conf . Dovrebbe contenere due voci con una struttura simile a questa:

nameserver [indirizzo ip]
nameserver [indirizzo ip]

Se noti che questo file è stato sovrascritto da NetworkManager, contattaci tramite chat in modo che possiamo fornirti i resolver DNS corretti.

Passaggio 2 — Configurazione di VNC per l'accesso remoto al desktop

Di seguito sono illustrati i passaggi richiesti per accedere al desktop tramite VNC.

Configurazione di un utente VNC

  1. Accedi al tuo server dedicato Linux (tramite SSH) come l'utente che desideri utilizzare per accedere a VNC.
  2. Digita le informazioni di seguito e premi Invio:
    cd ~/
  3. Digita le informazioni di seguito e premi Invio. Ti sarà richiesto di immettere e confermare la password VNC per l'utente:
    vncpasswd

    NOTA: se accedi al desktop utilizzando VNC, usa la tua password VNC per stabilire la connessione VNC e la password dell'utente per accedere all'ambiente desktop.

Modifica del file di configurazione VNC

Questa procedura configura VNC per continuare a garantire connessioni sicure al desktop, impostare le dimensioni base per il rendering del desktop e identificare la porta da utilizzare per le connessioni con desktop remoti.

  1. Accedi al tuo server dedicato Linux come utente root tramite SSH.
  2. Mediante un qualsiasi editor di testo, apri /etc/sysconfig/vncservers.
  3. Aggiungi le due seguenti voci al file e salvalo. IMPORTANTE: sostituisci "yourvncuser" con il nome utente che desideri usare per accedere al computer desktop:
    VNCSERVERS="1:yourvncuser" VNCSERVERARGS[1]="-geometry 1024x768 -localhost"

    Queste impostazioni configurano quanto segue:

    • 1 — Indica la porta utilizzata per la connessione VNC. Viene immessa solo l'ultima cifra e le prime tre sono implicite. Per esempio, 1 definisce la porta 5901. 9 indica l'uso della porta 5909.
    • 1024x768 — Indica le dimensioni che VNC utilizza per il rendering del desktop. Se lo desideri, puoi modificarle.
    • -localhost — Questa opzioni limita i permessi di VNC solo alle connessioni locali. Questa impostazione rende la connessione VNC più sicura se utilizzata in combinazione con un tunnel SSH. La configurazione del tunnel SSH è spiegata nella sessione successiva.
  4. Digita le informazioni di seguito e premi Invio:
    /sbin/service vncserver start
  5. Digita le informazioni di seguito e premi Invio:
    /sbin/service vncserver stop

Avvio del server VNC e verifica del funzionamento

  1. Accedi al tuo server dedicato Linux come utente root tramite SSH.
  2. Digita le informazioni di seguito e premi Invio.
    /sbin/service vncserver start
  3. Digita le informazioni di seguito e premi Invio.
    /sbin/chkconfig vncserver on

    SUGGERIMENTO: usa questo ultimo comando in qualsiasi momento per verificare che il servizio sia avviato. Dopo un riavvio del computer, ad esempio.

La configurazione di VNC è ora completata. Il passaggio successivo consiste nel configurare il tunnel SSH sicuro per accedere al tuo desktop Linux.

Passaggio 3 — Configurazione di un connessione sicura al desktop Linux

Per accedere in modo sicuro al tuo desktop, devi utilizzare un tunnel SSH verso il server. Il metodo più semplice consiste nell'utilizzare PuTTY e salvare la configurazione per utilizzarla ogni volta che desideri accedere al server.

Configurazione di una connessione sicura per accedere a un desktop Linux

NOTA: queste istruzioni implicano il salvataggio di una sessione PuTTY per la connessione al server dedicato Linux. Se non lo hai fatto, consulta la documentazione della guida di PuTTY per creare una sessione.

  1. Apri PuTTY, seleziona la sessione salvata e fai clic su Load.
  2. Nella sezione Category sotto Connection fai clic su SSH e quindi su Tunnels.

  3. Digita e immetti le seguenti informazioni, quindi fai clic su Add:
    • Source port — Digita 580 più la porta specificata nel file di configurazione VNC. Poiché nel nostro esempio abbiamo usato la porta 1, qui dovremmo inserire 5801.
    • Destination — Digita 580 più la porta specificata nel file di configurazione VNC. Poiché nel nostro esempio abbiamo usato la porta 1, qui dovremmo inserire 5801.
  4. Digita e immetti le seguenti informazioni, quindi fai clic su Add:
    • Source port — Digita 590 più la porta specificata nel file di configurazione VNC. Poiché nel nostro esempio abbiamo usato la porta 1, qui dovremmo inserire 5901.
    • Destination — Digita 590 più la porta specificata nel file di configurazione VNC. Poiché nel nostro esempio abbiamo usato la porta 1, qui dovremmo inserire 5901.
  5. Nella sezione Category, seleziona Session.
  6. Nel campo Saved Sessions, digita VNC e fai clic su Save.

Passaggio 4 — Accesso al desktop Linux

Ogni volta che accedi al desktop remoto Linux, apri il tunnel SSH configurato al passaggio 3, quindi apri un browser Internet che disponga di applet Java abilitato ad accedere a VNC.

Accesso al desktop Linux

Accederai al desktop tramite un client VNC. Se non sei sicuro di quale utilizzare, ti consigliamo:

NOTA: queste istruzioni implicano il salvataggio di una sessione PuTTY per la connessione al server dedicato Linux. Se non lo hai fatto, consulta la documentazione della guida di PuTTY per creare una sessione.

  1. Apri PuTTY, seleziona la sessione salvata, fai clic su Load e accedi al server. Si apre così il tunnel SSH configurato nel passaggio 3.
  2. Apri il tuo client VNC preferito, digita http://localhost:590[n] (dove [n] rappresenta la porta specificata nel file di configurazione VNC e premi Invio.

Si apre così una connessione sicura tra il server Linux e il tuo desktop e dovresti visualizzare una schermata simile a quella di seguito.

(Facoltativo) Passaggio 5 — Rimozione di GNOME e VNC

Dopo avere completato la procedura, se vuoi puoi rimuovere l'ambiente desktop GNOME e il pacchetto VNC Server. Entrambi vengono rimossi mediante yum, disponibile sul server dedicato Linux.

Rimozione di GNOME e VNC

  1. Accedi al tuo server dedicato Linux come utente root tramite SSH (Secure Shell Protocol).
  2. Digita le informazioni di seguito e premi Invio. Il completamento della procedura richiede alcuni minuti:
    yum groupremove "GNOME Desktop Environment"
  3. Digita le informazioni di seguito e premi Invio:
    yum remove tigervnc-server

Questo articolo è stato di aiuto?
Grazie per il tuo feedback. Per parlare con un addetto dell’assistenza clienti, usa il numero di telefono o l’opzione chat qui sopra.
Felici di esserti stati di aiuto! C'è altro che possiamo fare per te?
Ci dispiace. Dicci che cosa hai trovato di poco chiaro o perché la soluzione non ha risolto il problema.