Passa al contenuto principale
Mantieni operativa la tua attività durante l’emergenza COVID-19Ulteriori informazioni
Chiamaci
Numeri di telefono e orari
Centro assistenza

Esplora le nostre risorse di assistenza online

BlogAiuto

Rivenditore API Aiuto

Abbiamo cercato di tradurti questa pagina. È disponibile anche la versione in inglese.

Note sulla versione API domini

Queste sono le note di rilascio dell'API dei domini. Faremo in modo di tenerti aggiornato su tutte le prossime versioni di funzionalità e nuove offerte.

Aprile 2020

Modifiche alla privacy WHOIS

Il 1 ° luglio 2020 miglioreremo la nostra offerta sulla privacy per darti un maggiore controllo sulla gestione della privacy dei tuoi domini. Innanzitutto, potrai abilitare o disabilitare la privacy senza annullare e riacquistare il prodotto. Quando aggiungi la privacy a un dominio per la prima volta, le informazioni di contatto proxy verranno utilizzate per sostituire le tue informazioni di contatto personali in risposta alle domande WHOIS. Per esporre temporaneamente le tue informazioni di contatto personali in WHOIS, è stato introdotto un nuovo attributo esporreWhois, così come una nuova chiave di accordo per verificare il consenso a esporre i dati di contatto personali, come segue:

PATCH /v1/domains/mydomain.com "consent": {"concordatoAt": "2020-03-30T10: 00: 00Z", "concordatoBy": "12.13.14.15", "agreementKeys": ["EXPOSE_WHOIS"]} , "exposeWhois": "true"

Le informazioni di contatto proxy possono essere ripristinate utilizzando il seguente comando, senza che sia necessaria alcuna chiave di accordo:

PATCH /v1/domains/mydomain.com "exposeWhois": "false"

Inoltre, a partire dal 1 luglio 2020, offriamo la protezione della privacy di base gratuita su tutti i nuovi domini e sui domini esistenti che non dispongono già della nostra protezione avanzata della privacy. La privacy di base nasconde la maggior parte dei dati di contatto personali nelle query whois, esponendo solo il nome dell'azienda, il paese e lo stato. Per i domini con protezione della privacy di base, le informazioni di contatto personali possono essere facoltativamente esposte o mascherate in whois utilizzando gli stessi comandi API descritti sopra.

Ora disponibili: .APP, .DEV e .PAGE

A partire dal 28 aprile 2020, gli utenti API possono registrare domini .APP, .DEV e .PAGE, con una sistemazione speciale. .APP, .DEV e .PAGE sono designati come spazi dei nomi sicuri. Tutti i principali browser richiedono che i domini in questi spazi dei nomi dispongano di un certificato SSL.

I registranti non sono tenuti ad acquistare un certificato SSL come prerequisito per acquistare il loro dominio, ma i provider di nomi di dominio sono tenuti a notificare ai loro registranti al momento della registrazione che avranno bisogno di un certificato SSL per servire il loro dominio in un browser .

I dettagli completi su questo requisito sono disponibili tramite il seguente metodo API:

OTTIENI/v1/domini/contratti? Tlds = APP

A supporto di questi TLD speciali, viene introdotta una chiave di contratto aggiuntiva denominata HTTPS_NOTICE nella sezione del consenso nel corpo dell'endpoint di acquisto per consentire agli utenti di confermare di aver esaminato questo requisito e di voler procedere con la registrazione. Includendo questa nuova chiave di contratto obbligatoria, la sezione relativa al consenso di una richiesta di acquisto valida avrà il seguente aspetto:

POST/v1/domains/acquista "dominio": "miodominio.app", "consent": {"concordatoAt": "2020-03-30T10: 00: 00Z", "concordato": "12.13.14.15", "agreementKeys" ": [" DNRA "," HTTPS_NOTICE "]}, ...

TLD per reclami relativi a marchi di fabbrica indefiniti

13 TLD aggiuntivi sono ora disponibili tramite l'API: .ACCOUNTANT, .CRICKET, .DATE, .DOWNLOAD, .FAITH, .LOAN, .MEN, .PARTY, .RACING, .REVIEW, .SCIENCE, .STORAGE e .WIN. Questi TLD hanno un periodo di rivendicazione dei marchi indefinito. Attualmente, i domini in questi 13 spazi dei nomi che presentano rivendicazioni relative a marchi commerciali saranno considerati non disponibili. I domini senza diritti di marchio possono essere acquistati normalmente.

Limiti record di zona DNS

Per garantire la scalabilità delle nostre funzioni di gestione DNS per tutti i client, stiamo implementando dei limiti al numero di record che possono essere creati in una singola zona. A partire dal 28 aprile 2020, i clienti DNS standard possono creare fino a 500 record per zona e i clienti DNS Premium possono creare fino a 1.500 record per zona. Questa modifica interesserà i seguenti endpoint:

PUT/v1/domains/ {domain} /records PUT/v1/domains/ {domain} /records/ {type} PUT/v1/domains/ {domain} /records/ {type} / {name} PATCH/v1/domains/ {domain} /

Quando viene richiamato uno qualsiasi degli endpoint di cui sopra, valuteremo se l'aggiornamento richiesto alla zona causerebbe il superamento del limite di record della zona. In caso contrario, elaboreremo la richiesta normalmente. In tal caso, restituiremo una risposta 422 con i seguenti dettagli di errore:

codice: ZONE_LIMIT_EXCEEDED messaggio: La zona non può superare i 500 record; l'operazione richiesta supererebbe il limite.

Per le zone che attualmente superano il limite, tutti i record esistenti rimarranno intatti. Tuttavia, non è possibile aggiungere nuovi record fino a quando il numero totale di record di zona non viene portato entro il limite di record, operazione che può essere eseguita utilizzando il metodo PUT.

Dimensioni pagina record zona DNS

Quando si recuperano record da una zona, il parametro limit viene utilizzato per indicare il numero di record da recuperare. Per garantire la scalabilità del sistema, il 28 aprile 2020 applicheremo un limite massimo di 500 record. Questa modifica interesserà i seguenti endpoint:

GET/v1/domains/ {domain} /records GET/v1/domains/ {domain} /records/ {type}

Quando viene ricevuta una richiesta con un limite superiore a 500, restituiremo una risposta 422 con i seguenti dettagli di errore:

codice: VALUE_OVER messaggio: Il limite deve avere un valore non superiore a 500.

Gli utenti potranno comunque scorrere tutti i record di zona con dimensioni di pagina fino a 500, utilizzando i parametri di offset e limite.